rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Rocca Massima

Rocca Massima, restaurare la vecchia scuola per ospitare case popolari

Il sindaco Tomei inconra i vertici dell'Ater: "L'intento è riqualificare lo stabile della nostra ex scuola chiusa ormai da due anni e realizzare alcuni appartamenti ed alcune aree di servizio"

Restaurare la vecchia scuola ormai chiusa da due anni e realizzare alloggi popolari ma anche spazi da destinare alle esigenze dei cittadini.

Questa l’idea alla base dell’incontro che si è tenuto nel pomeriggio di ieri tra il presidente dell’Ater, Gianfranco Sciscione e il dirigente dell’area tecnica, Francesco Berardi con il sindaco di Roacca Massima, Angelo Tomei, l’assessore alle politiche ambientali Franco Cianfoni ed il responsabile dell’ufficio urbanistica Michelangelo Bedini.

“Il nostro intento è di riqualificare in collaborazione con l’Ater, lo stabile della nostra ex scuola, chiusa ormai da due anni, – ha detto il Sindaco Angelo Tomei – la nostra idea è di realizzare alcuni appartamenti ed alcune aree di servizio, da destinare alle nuove famiglie ma anche ai fabbisogni del paese”. 

La collaborazione sarà possibile solo dopo che il Comune avrà variato, con delibera comunale, la destinazione d’uso dello stabile e avrà inoltrato domanda di emergenza abitativa agli organi preposti.

“Risponderemo in modo tempestivo alle esigenze abitative del comune, non prima però, di essere entrati in possesso dello stabile, così come ci impone la legge – ha affermato il presidente dell’Ater Gianfranco Sciscione – tra l’altro, il progetto del Comune di Rocca Massima rientra nei piani che ci consentono di attingere ai fondi extra che arriveranno dall’ex Gescal, proprio destinati alla riqualificazione degli edifici destinati all’Edilizia Residenziale Pubblica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rocca Massima, restaurare la vecchia scuola per ospitare case popolari

LatinaToday è in caricamento