Cronaca

Caso Urbania, Porcari furioso: “Amministrazione tiri fuori le carte”

Il consigliere Pd nuovamente sulla questione dei crediti vantati dal Comune nei confronti della società che ha gestito la sosta a pagamento: “Amministrazione fornisca i documenti dei suoi rapporti con Urbania”

Non sono bastate le parole del delegato alla mobilità Pansera sulla questione Urbania, il Partito Democratico vuole vederci ancora più chiaro, sulla questione dei crediti del Comune nei confronti della società che ha gestito la sosta a pagamento fino al 2012 e su tutta un’altra serie di elementi ritenuti ancora oscuri.

“A che titolo Pansera parla del caso Urbania sferrando un attacco al settore avvocatura, se la delega dell’assessorato alla mobilità è rimasta nelle mani del sindaco Di Giorgi? Pansera al massimo potrà fare il portavoce del sindaco” ha commentato Porcari.

È grave e inquietante che il sindaco non parli con l’avvocatura soprattutto perché il dirigente di questo settore ha messo in luce alcune cose molto gravi durante la scorsa commissione trasparenza. Pansera, per esempio, parla di una valutazione fatta da un tecnico di fiducia del Comune rispetto ai parcometri e dice e che il loro valore è stato defalcato dal debito contratto da Urbania. Fornisca allora la relazione del tecnico e tutte le informazioni necessarie a chiarire veramente la situazione. Per la mobilità si risponde solo alle note stampa, ma non si trova il tempo di rispondere alla mia interrogazione che da sessanta giorni giace depositata presso l’amministrazione”.

Durante la Commissione Trasparenza il dirigente del settore avvocatura ha chiarito che “l’amministrazione non ha mai fornito copia del contratto sottoscritto per il passaggio di proprietà che c'è stato nel giugno 2012 da Consorzio Urbania a Urbania Multiservizi. In più c'è un alto rischio che le fideiussioni stipulate da Urbania come garanzia per la sottoscrizione del contratto non siano valide e quindi il Comune correrebbe il pericolo di non poter riscuotere quei soldi.

Vorremmo capire se esiste davvero un contratto tra il Comune e Urbania multiservizi e a quanto ammontano le penali previste in quel contratto – dice Porcari –. Rendano disponibile tutti i documenti per la consultazione a noi e all’avvocatura per verificare la situazione le l’esigibilità del credito. Per quanto riguarda le due rate di 42.500 euro che Pansera dice siano state versate, dovrebbero spiegare in base a quali principi e come sono state calcolate le penali”.

“È grave che due settori dell’amministrazione non comunichino tra di loro – conclude il consigliere del Pd Fabrizio Porcari – ma è inquietante che per recuperare un credito si ricorra a una trattativa privata tra l’amministrazione e una società. Diciamo basta a questo comportamento omissivo e omertoso, lasciando fuori l’opposizione, non rispettando i principi democratici, bloccando di fatto l’attività amministrativa sfuggendo alle commissioni e ignorando le interrogazioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Urbania, Porcari furioso: “Amministrazione tiri fuori le carte”

LatinaToday è in caricamento