Coop, Procaccini: "Chiusura improvvisa, non degna di un marchio storico"

Il 18 ottobre il primo cittadino aveva inviato una lettera alla direzione generale di Unicoop Tirreno, nella quale esprimeva preoccupazione per chiusura del punto vendita e chiedeva un incontro con la direzione generale

Anche il sindaco di Terracina Nicola Procaccini interviene sulla chiusura della Coop e sul licenziamento dei dipendenti e ripercorre la vicenda. Lo scorso 18 ottobre il primo cittadino aveva inviato una lettera alla direzione generale di Unicoop Tirreno, nella quale esprimeva sincera preoccupazione per la notizia di una imminente chiusura del punto vendita Coop di Terracina. Si chiedeva inoltre un incontro con la direzione generale per scongiurare tale evenienza e per preservare una realtà economica che da anni è ormai consolidata nel nostro territorio.

“In riscontro della lettera da me inviata – spiega Procaccini – sono stato contattato da Massimo Favilli, direttore Affari Sociali di Unicoop Tirreno, il quale ha enunciato in maniera schietta ma, purtroppo, brutale, l'intenzione di chiudere il supermercato. Decisione giustificata, stando a quanto riferitomi, da un rapporto fra costi e ricavi altamente negativo e, quindi, non più sostenibile. Ho ribadito, in ogni caso, la necessità di assicurare le condizioni migliori possibili al personale impiegato in Coop – prosegue Procaccini – Il dottor Favilli ha quindi riproposto le tre soluzioni prospettate dall'azienda ai lavoratori: una buonuscita economica per ciascun lavoratore che intendesse risolvere il proprio contratto di assunzione o una ricollocazione del personale presso altri supermercati Coop della Regione, i quali purtroppo sono tutti distanti da Terracina. La terza ipotesi è quella di facilitare l'assunzione del personale impiegato Coop da parte di un nuovo acquirente”.

"Alla fine - conclude - resta la grande amarezza nei confronti di Unicoop per una gestione di tale crisi assolutamente improvvisata e improvvisa. Certamente, non degna di un marchio storico e importante del sistema economico italiano, quale è Coop. Torno nuovamente a testimoniare la vicinanza e la solidarietà di tutta l'amministrazione comunale ai lavoratori e alle loro famiglie. Continuiamo a monitorare e a seguire la vicenda da vicino, per tutelare una realtà il cui percorso e il cui destino riguardano tutti noi”.

Convocato un tavolo in Regione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
LatinaToday è in caricamento