menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cisterna, dipendenti infedeli pedinati: rubavano merce all'azienda. Denunciati

Vittima dei furti una ditta che distribuisce cialde da caffè. Due trasportatori colti sul fatto: rivendevano i prodotti ad altri soggetti

Non tornavano i conti da tempo in un magazzino di stoccaggio merci nella zona industriale di Cisterna. E così l'amministratore di una nota società che si occupa della distribuzione di prodotti di caffetteria si è rivolta al commissariato di polizia denunciando tutti gli ammanchi degli ultimi quattro mesi, relativi in particolare ai colli che contenevano cialde per le macchine da caffè.

Il commissariato ha quindi avviato le indagini accertando rapidamente, attraverso appostamenti, che i furti non erano commessi da soggetti esterni. Gli investigatori hanno privilegiato la pista interna e disposto una serie di pedinamenti dei furgoni utilizzati per la distribuzione della merce in varie zona della provincia. Proprio questo tipo di accertamenti ha consentito di verificare che, terminato il giro di rifornimento ai rivenditori ufficiali, uno dei furgoni, con due dipendenti a bordo, si occupava di altre consegne a soggetti privati completamente estranei all'attività del gruppo industriale. 

I due dipendenti infendeli alimentavano dunque un mercato parallelo che sottraeva, di fatto, la merce alla società. Gli agenti di polizia hanno deciso di intervenire e di sorprendere in flagranza di reato i due dipendenti, proprio mentre consegnavano la merce a un acquirente senza alcun riscontro contabile e documentale. 

E' stato dunque verificato che dal magazzino venivano prelevati, oltre i colli previsti nei documenti di viaggio, anche altri colli che venivano inseriti in appositi imballaggi di trasporto più ampi, nella convinzione che la grande distribuzione non si accorgesse degli ammanchi. L'indagine si è conclusa con due denunce per furto aggravato e una terza per ricettazione (a carico dell'acquirente). La merce invece è stata sequestrata e restituita alla ditta. Pesanti le conseguenze, anche in campo civile, a carico dei due lavoratori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento