Cisterna, furto alla scuola Bellardini. Vetri rotti e preso di mira il distributore automatico

L’episodio nella notte. Stamattina il sopralluogo del sindaco Carturan: “L’Amministrazione si impegnerà a ripristinare le strutture danneggiate”

Ennesimo furto nella scuola primaria A. Bellardini a Cisterna. E’ accaduto nella notte nel plesso di Collina dei Pini preso di mira dai ladri, non per la prima volta. Bersaglio ancora una volta il distributore di bevande e alimenti.

Nella mattinata di oggi, mercoledì 13 marzo, la visita nell’istituto del sindaco Mauro Carturan, del vicesindaco nonché assessore alla Pubblica Istruzione, Vittorio Sambucci, e dei tecnici del Comune.

“L’Amministrazione si impegnerà a ripristinare le strutture danneggiate – ha detto Mauro Carturan – quindi i vetri rotti, l’impianto antifurto e tutto quello che serve. Inoltre, se il problema sono i distributori, nei prossimi giorni con una circolare inviteremo tutte le dirigenze scolastiche a porre in luoghi più sicuri o ad eliminare del tutto queste macchine dalle scuole. Certo è che i ladri delle macchinette di Collina dei Pini non possono essere professionisti, ma vandali locali che vanno rieducati da tutte le istituzioni preposte, comprese le famiglie. In ogni caso, restiamo vicini alla scuola e siamo a disposizione per ogni esigenza degli studenti”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento