rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
L'iniziativa

Il playground di San Lorenzo intitolato a Moses Kamara, stroncato da un malore

La struttura di Roma, dove il 17enne residente a Cisterna stava giocando, sarà intitolata a lui e a un altro giovane, Andrea Dorno, scomparso prematuramente. La risoluzione approvata dal II Municipio di Roma

Il playground di largo Settimio Passamonti, nel quartiere San Lorenzo a Roma, sarà intitolato a Moses Kamara e ad Andrea Dorno. Moses, 17 anni, il 12 marzo scorso si accasciato a terra ed è morto all'improvviso proprio mentre giocava una partita di basket con gli amici. Era nato a Roma e abitava a Cisterna, dove frequentava il liceo Ramadù. Andrea Dorno invece aveva 26 anni ed è stato trovato senza vita in casa il 22 marzo, anche lui a causa di un malore improvviso. 

Ora, grazie a una risoluzione approvata dal parlamentino del II Municipio, il playground verrà intitolato ai due giovani scomparsi troppo preso e la giunta si impegnerà a installare un defibrillatore.

L'atto è stato presentato dalla consigliera Pd e presidente della commissione Cultura Lucrezia Colmayer, appoggiato non solo dai partiti di maggioranza ma anche dalle opposizioni. Una scelta doverosa per rendere omaggio a due ragazzi nel pieno dei loro anni, strappati alla vita da cause naturali imprevedibili. Le consigliere e i consiglieri del II Municipio chiedono alla giunta di farsi promotrice di un torneo di basket annuale in collaborazione con la Federazione Italiana Basket dedicato ai due ragazzi, ma anche di installare un defibrillatore (automatico o semiautomatico) nelle vicinanze del playground e di organizzare corsi Blsd  (Basic Life Support Defibrillation) per la popolazione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il playground di San Lorenzo intitolato a Moses Kamara, stroncato da un malore

LatinaToday è in caricamento