Crisi idrica, attivato il nuovo pozzo Vòlaga. Servirà i comuni dei Monti Lepini

A darne notizia Acqualatina: il pozzo, ricevuta l'autorizzazione ufficiale dell'ASL, è stato attivato nel pomeriggio di martedì 20 giugno. Fornirà supporto alla centrale di Fiumicello

Dopo aver ricevuto l’autorizzazione ufficiale dell’ASL di Latina alla distribuzione in rete, è stato attivato nel pomeriggio di ieri, martedì 20 giugno, dai tecnici di Acqualatina il nuovo Pozzo Vòlaga.  

“L’attivazione del pozzo - spiega la società - permette di fornire un importante supporto alla centrale di Fiumicello, pari a circa 40 litri al secondo aggiuntivi, da destinare a favore dei Comuni di Maenza, Priverno, Prossedi, Roccagorga, Roccasecca dei Volsci e Villa S. Stefano.

Si tratta di uno dei punti cardine del piano di lavoro del Gestore denominato ‘Nuove Risorse’, parte integrante del nuovo Piano degli Investimenti approvato dalla Conferenza dei Sindaci lo scorso 20 dicembre”.

“Il nuovo Piano degli Investimenti, che prevede un importo aggiuntivo - prosegue Acqualatina , rispetto al precedente, di 23 milioni di euro, infatti, è stato studiato proprio per far fronte all’emergenza idrica attraverso il rafforzamento delle sorgenti già attive, l’individuazione di nuove fonti e un’accelerazione del progetto di recupero delle dispersioni fisiche”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento