rotate-mobile
Cronaca

Si aggrava la crisi idrica, il Consorzio di Bonifica chiude gli impianti

Adottato un nuovo piano di misure urgenti per tentare di garantire comunque un servizio irriguo alle aziende agricole del territorio. La perdurante siccità ha complicato ulteriormente una situazione già drammatica

Si aggrava la crisi idrica sul territorio pontino e il Consorzio di Bonifica adotta un nuovo piano di misure urgenti per tentare di garantire comunque un servizio irriguo alle aziende agricole del territorio. “La perdurante siccità ha complicato ulteriormente una situazione già drammatica - spiega Natalino Corbo, direttore dell'Agro Pontino - Le misure urgenti condivise appena una settimana fa con le organizzazioni professionali agricole non sono sufficienti a fronteggiare adeguatamente gli effetti devastanti della carenza di risorsa idrica”.

“Le aziende agricole - aggiunge Corbo – rappresentano il cuore del sistema produttivo di Latina e garantiscono reddito e lavoro a migliaia di famiglie”.

Il consorzio ha previsto la chiusura totale degli impianti irrigui collettivi dei bacini Sisto Linea per 48 ore (dalle 8 di domenica 4 giugno alle 8 di martedì 6 giugno) con il divieto di irrigazione tutti i giorni a partire da mercoledì 7 giugno tra le 11 e le 17 per poter ricreare il minimo invaso del canale Linea Pio VI.

Inoltre, è stata disposta la chiusura totale dell’impianto di Campo Dioso per 24 ore dalle 8 di venerdì 2 giugno alle 8 del giorno seguente per ricreare il minimo invaso dal fiume Amaseno. “Abbiamo adottato queste misure per poter ripristinare riserve utili alla più equa distribuzione di acqua a tutti gli utenti del servizio irriguo serviti dagli impianti collettivi. Una stagione così critica e difficile – conclude Natalino Corbo – non si registrava a Latina da quindici anni. Le esigenze delle imprese agricole sono prioritarie. Continueremo a fare tutto ciò che rientra nelle nostre competenze per garantire il servizio e salvare la stagione produttiva”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si aggrava la crisi idrica, il Consorzio di Bonifica chiude gli impianti

LatinaToday è in caricamento