Cronaca

Duplice omicidio, Zanier interrogato. Richiesta perizia psichiatrica

Il 35enne ascoltato stmattina in carcere dal giudice; durante il veloce interrogatorio, anche se ancora poco lucido, ha parzialmente ricostruito quanto accaduto sabato. Richiesta dal legale una perizia psichiatrica

È stato interrogato questa mattina nel carcere di Latina Roberto Zanier, il giovane di 35 anni che sabato mattina ha ucciso la madre e una donna di nazionalità romena.

In seguito all’arresto avvenuto qualche ora dopo la strage di sangue l’ex guardia giurata è stato trasferito nella case circondariale di via Aspromonte dove è detenuto in isolamento e oggi, assitito dal suo legale, è stato ascoltato dal giudice Guido Marcelli. L'interrogatorio è stato molto veloce, è durato circa 30 minuti in cui Zanier, ancora in stato confusionale e poco lucido, ha parzialmente ricostruito quanto accaduto nella mattinata di sabato.

Il legale ha richiesto la perizia psichiatrica mentre il giovane è stato già visitato dai medici del carcere che hanno confermato la delicatezza della sua condizione psicologica; a breve potrebbe quindi essere trasferito in una struttura penitenziaria più adeguata.

A breve sarà trasferito dal carcere di via Aspromonte in una struttura penitenziaria adeguata per il suo quadro clinico, il 35enne è affetto da un delirio maniacale e in carcere è stato visitato oltre che dal medico anche da uno psichiatra e da una psicologa che hanno confermato tutto. Il gip ha emesso al termine dell’interrogatorio un’ordinanza di custodia cautelare.

In quella tragica mattinata, infatti, il 35enne dopo aver ucciso nel sonno la madre, Norina Londero, tra le 4 e le 5 del mattino, si è recato in via Darsena dove viveva la famiglia di Elena Tudosa e su cui in un raptus di follia a fatto fuoco. La donna è morta sul colpo, il figlio di 21 anni è ricoverato in condizioni disperate all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, mentre il compagno della donna è stato ferito lievemente.

In fuga per qualche ora è stato rintracciato e fermato dagli uomini della mobile nelle camoagne di Borgo Montello.

Intanto nella giornata di ieri sono state eseguite le autopsie sui corpi delle due vittime. Secondo quanto emerso il 35enne avrebbe esploso due colpi contro la madre, uno in testa e l’altro in bocca.

Nel pomeriggio di oggi alle 15 nella chiesa di San Marco saranno celebrati proprio i funerali della 68enne Norina Londaro, madre di Roberto Zanier.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio, Zanier interrogato. Richiesta perizia psichiatrica

LatinaToday è in caricamento