Venerdì, 12 Luglio 2024
La tragedia

Esplosione e incendio nella villetta, è morto l’uomo estratto dalle macerie

Purtroppo per il 58enne Franco Tomasi non c’è stato nulla da fare; è deceduto a causa delle gravissime ustioni riportate

Non ce l’ha fatta, purtroppo, l’uomo di 58 anni che ieri è rimasto gravemente ferito nell’esplosione e nell’incendio divampato all’interno della villetta al civico 68 di via Lago Trasimeno a Nettuno. L’uomo, Franco Tomasi, è morto in ospedale a causa delle gravissime ustioni riportate. 

Estratto dalle macerie della villetta, le condizioni del 58enne erano apparse da subito estremamente gravi, soccorso dai sanitari del 118 e trasportato in codice rosso al Sant’Eugenio di Roma, per lui non c’è stato nulla da fare, è deceduto nel pomeriggio di ieri. Secondo i primi accertamenti l’uomo dormiva nella stanza da cui è partita l'esplosione, mentre al piano inferiore c'era il fratello, anche lui rimasto ferito ma non in modo grave. 

L’allarme è scattato intorno alle 5,30 di sabato 1 aprile e sul posto sono subito intervenuti i vigili del fuoco di Anzio e di Nemi, che hanno immediatamente avviato le operazioni di spegnimento dell’incendio ed estratto dalle macerie il 58enne. Il luogo della tragedia è stato raggiunto anche dai carabinieri che hanno svolto i primi accertamenti e a cui ora sono affidate le indagini per chiarire quanto accaduto. Secondo una prima ricostruzione, l’esplosione è stata causata da una perdita di gas. All'interno dell'appartamento era in corso una ristrutturazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione e incendio nella villetta, è morto l’uomo estratto dalle macerie
LatinaToday è in caricamento