Cronaca

Tia, l’altro lato della medaglia. De Marchis: “Troppi errori in bollette”

La denuncia del consigliere del Pd De Marchis all'indomani degli annunci trionfali di Maietta: "File interminabili agli uffici comunali a causa delle bollette errate"

Quando sembravano essersi placate le acque ecco di nuovo tuonare la bufera. Proprio ieri l’assessore alle Finanze del Comune di Latina, Pasquale Maietta, aveva rassicurato sulla buona riuscita della consegna delle bollette Tia. Oltre 52mila quelle fatte recapitare ai cittadini per circa 400mila euro  entrati nelle casse comunali.

Non è dello stesso avviso il capogruppo del Pd Giorgio De Marchis che con il suo intervento dipinge una realtà completamente diversa. Gli uffici Tia sono completamente stati presi d’assalto; file interminabili stazionano davanti gli uffici comunale per denunciare una serie di errori proprio sulle bollette.

“Tutto ciò, in una città normale, non è interpretato come un segno di efficienza amministrativa ma come una grave disfunzione a danno degli utenti e del servizio”.

La questione sarebbe una sola, sostiene De Marchis, e “viene da chiedersi come mai, visto che la banca dati è stati “ripulita” nel 2006, ancora oggi siano presenti in bolletta tantissimi errori. Non si tratta di errori di poco conto, si tratta di errori macroscopici che influenzano direttamente gli importi delle bollette aumentandoli”.

Gli errori riguardano la composizione dei nuclei familiari, spesso aumentati, le superficie degli immobili e l'applicazione delle tariffe alle pertinenze.

“Sarebbe opportuno conoscere fino in fondo la natura e l'origine degli errori, capire se c'è stato un problema di gestione da parte dell'amministrazione oppure si tratta, come qualcuno in Comune comincia a sussurrare, di un “sabotaggio” da parte del precedente gestore. In quest'ultimo caso riteniamo necessario l'avvio di un'azione giudiziaria da parte del Comune di Latina”.

“Ci dispiace dover prendere atto, per l'ennesima volta che gli errori gestionali, le incompetenze siano sempre pagate dai cittadini e dagli utenti, costretti, questa volte a lunghe file nell'ufficio Tia del Comune di Latina. Abbiamo depositato un'interrogazione urgente all'assessore al Bilancio per sapere il numero e l'entità degli errori riscontrati fino ad oggi e la percentuale degli stessi sul totale delle bollette emesse” ha concluso il consigliere De Marchis.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tia, l’altro lato della medaglia. De Marchis: “Troppi errori in bollette”

LatinaToday è in caricamento