Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Estintore lanciato in pronto soccorso, la Cgil: "Siamo stanchi"

L'intervento dei sindacati dopo l'ennesimo atto violento. "L'ultimo episodio è segno di una crisi che finisce per esasperare tutti, lavoratori e pazienti"

In seguito all’ennesimo episodio violento in pronto soccorso la Cgil esprime solidarietà ai lavoratori e chiede interventi immediati per la sicurezza del personale.

“Dopo aggressioni verbali e fisiche, atti violenti, quotidiane minacce personali e offese, questa volta si è trattato addirittura del lancio di un estintore contro gli infermieri del pronto soccorso”, si legge nella nota a firma di Coruzzolo, Rsu  e D’Auria, Rsa

La scorsa settimana, infatti, un uomo di 40 anni, stanco dell’attesa per il figlio, arrivato al ps in codice verde, ha lanciato un estintore contro la vetrata dell’accettazione.

Siamo stanchi di vivere situazioni che si ripetono con inquietante e sconcertante costanza e che mettono a rischio fisico i lavoratori, senza che questi abbiano la minima responsabilità per ciò che viene deciso e organizzato, delle insufficienti forze messe in campo, delle inadeguate caratteristiche della struttura, delle criticità che riguardano i tempi, i modi e le forme del lavoro.

L’ultimo evento infatti, non può e non deve essere considerato solo il frutto di uno “sconsiderato”, poiché esso rappresenta la punta più alta di una dinamica estremamente frequente, segno di una crisi della sanità provinciale che finisce per esasperare tutti, lavoratori e pazienti.

“Le abbiamo viste tutte o manca ancora qualcosa? e quali sono le misure poste in essere dalla Direzione Aziendale, che di certo non può non sentirsi direttamente coinvolta e responsabile in primis di ciò che avviene?

Quella stessa Direzione Aziendale che la nostra O.S. ha più volte pre-allertato sulle problematiche del P.S. esprimendo una visione organica sugli interventi da porre in essere e chiedendo che venisse aperto uno specifico tavolo di confronto con le altre OO.SS. e la RSU, senza che però ciò sia mai avvenuto.

La Direzione Aziendale ha dimostrato che le scelte strategiche intraprese senza il confronto con le OO.SS. e la RSU Provinciale, non possono essere efficaci, in quanto espressioni di una visione parziale e perciò stessa asfittica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estintore lanciato in pronto soccorso, la Cgil: "Siamo stanchi"

LatinaToday è in caricamento