Fabio e Gioele, gli ultimi istanti prima della tragedia. Il dolore per la morte dei due nuotatori

Il mondo del nuovo piange i due ragazzi vittime dell’incidente aereo di Nettuno. Su instagram immortalati i momenti che hanno preceduto il decollo e il volo fatale

Gioele Rossetti ripreso da Fabio Lombini su Instagram prima del dramma

Incredulità, sgomento. Son ancora queste le sensazioni a 24 ore dal terribile incidente aereo di Nettuno che è costato la vita a Fabio Lombini e Gioele Rossetti. Il mondo del nuoto è in lutto per la morte dei due ragazzi di 22 e 23 anni. Sono tantissimi i messaggi postati sulla pagina Facebook della Federnuoto, tra le prime ieri a dare conferma della terribile notizia. “La Federazione, sconvolta e attonita, esprime le più sentite condoglianze a familiari, amici e società di appartenenza” si legge su una nota ufficiale pubblicata sul sito della Fin.

Oggi a parlare su gazzetta.it è il presidente della Federnuoto, Paolo Barelli. "Fabio era arrivato a Ostia da tre giorni per allenarsi e aveva una giornata libera dagli allenamenti, il suo sogno era la convocazione per i prossimi Giochi di Tokyo", si legge su gazzetta.it. "Gioele era un pilota esperto anche se giovane. Sono sconvolto. Fabio era uscito presto, verso le 8. Lombini era un atleta dotato, Rossetti lo conoscevo da quando era piccolo: intelligente, gioviale, simpatico con tutti, impegnato nello sport e nello studio, anche lui in scienze motorie. La sua passione per gli aerei era nota a tutti e mi risulta che avesse brevetti e molte ore di volo, seppur così giovane. Dell’iniziativa di Fabio di andare con Gioele a volare non erano a conoscenza al centro federale. Fabio, lasciando il centro di buon mattino, ha avvisato la direzione che non sarebbe tornato per pranzo. E purtroppo non tornerà più. Il dramma sconvolge tutti noi, siamo senza parole…

E le immagini dei pochi minuti che hanno preceduto il tragico volo sono state pubblicate da Fabio Lombini su Instagram con delle stories. Immagini in cui si vedono i due ragazzi sorridenti. Fabio aveva ripreso l'aereo a bordo del quale avrebbe viaggiato insieme a Gioele. Nell'ultimo frame i due ragazzi sono seduti a bordo dell'ultraleggero, con Rossetti impegnato nelle ultime operazioni prima di azionare il mezzo.

Aereo precipitato a Nettuno: il video dei soccorsi

Sul fronte delle indagini proseguono gli accertamenti da parte dei carabinieri necessari a capire cosa è successo subito dopo il volo e negli attimi che hanno anticipato la caduta e l’incendio che ha distrutto l’ultraleggero. Al momento tra le ipotesi più accreditate quella del guasto tecnico. I resti del mezzo sono stati posti sotto sequestro dai carabinieri, come anche l’area, per essere analizzati. Intanto anche l'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv), ha aperto un'inchiesta di sicurezza di competenza sull'incidente. Le perizie serviranno a chiarire cosa è accaduto negli istanti che hanno preceduto il drammatico incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

Torna su
LatinaToday è in caricamento