menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto a Fondi Carmelo Giovanni Tripodo, la Questura vieta i funerali pubblici

Il divieto per motivi di ordine e sicurezza. Tripodo, pluripregiudicato, era figlio di Domenico, per decenni capostipite di tutte le ‘ndrine calabresi

E' morto nel pomeriggio di domenica 29 settembre, presso l'ospedale di Fondi, Carmelo Giovanni Tripodo, plutipregiudicato e figlio di Domenico Tripodo, per decenni capostipite delle 'ndrine calabresi. La Questura di Latina ha considerato che la pubblica celebrazione del funerale avrebbe potuto creare rischi sull'ordine e la sicurezza pubblica e dunque il questore Amato ha emesso ieri, 30 settembre, un provvedimento di divieto di svolgiento della cerimonia funebre con modalità solenni, prescrivendo invece un rito funebre in forma strettamente privata.

La cerimonia si è dunque svolta nel pomeriggio di ieri all'interno del cimitero di Fondi. Nel corso delle esequie sono stati predisposto servizi finalizzati a garantire il rigoroso rispetto dei divieti imposti dal questore e ad assicurare il regolare svolgimento della vita cittadina.

Lo scorso gennaio era arrivata la confisca, eseguita dalla Guardia di Finanza, sui beni di Carmelo Giovanni Tripodo: un patrimonio di quasi 3 milioni di euro. Tripodo era stato condannato nell'inchiesta Damasco per i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento