Cronaca

Cerca di dare fuoco al vicino di casa, condannato a sei anni di carcere

Il 45enne di Fondi è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio. Aveva gettato benzina sulla vittima e poi preso un accendino

Ha tentato di dare fuoco ad un vicino di casa cospargendolo di benzina e oggi è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio e condannato a sei anni di carcere.

Antonello Riccardi, 45 anni di Fondi, era finito agli arresti domiciliari il 13 giugno dello scorso anno dopo che la vittima era riuscita a fuggire e aveva raggiunto l’ospedale con gli abiti intrisi di liquido infiammabile: poi, in evidente stato di agitazione, aveva raccontato agli agenti di polizia che Riccardi dopo averlo insultato era sceso dall’auto e prelevata una tanica riposta nel bagagliaio gli aveva rovesciato addosso l’intero contenuto, risultato poi essere benzina. Poi aveva preso un accendino dicendo “Ora ti do fuoco”.

Gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria arrivati nell’abitazione di Ricciardi lo avevano sorpreso con indosso solamente gli slip mentre lavava gli indumenti indossati poco prima intrisi di benzina. In casa erano stati trovati anche la tanica e l’accendino.

Questa mattina il 45enne, assistito dall’avvocato Arcangelo Peppe, è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giorgia Castriota per rispondere di tentato omicidio nel processo con rito abbreviato. A conclusione della sua requisitoria il pubblico ministero Valerio De Luca ha chiesto una condanna a sei anni di carcere mentre la difesa ha ammesso che l’uomo aveva buttato la benzina addosso al vicino ma che non aveva un accendino per dargli fuoco. Il gup, a conclusione della camera di consiglio, ha accolto la richiesta dell’accusa condannando Riccardi, che si trova tuttora agli arresti domiciliari, a sei anni di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di dare fuoco al vicino di casa, condannato a sei anni di carcere

LatinaToday è in caricamento