Omicidio- suicidio a Formia, i familiari delle vittime: "Nessuna controversia per ragioni economiche"

Il figlio dei coniugi uccisi a colpi di pistola dal cugino chiede il silenzio. Oggi pomeriggio i funerali

“Smentiamo in modo fermo e deciso l’esistenza di controversie dovute a questioni di eredità o di qualsiasi altra motivazione di interesse economico”.

Nel giorno in cui verranno celebrati i funerali dei propri cari i familiari di Giuseppe Gionta e Fausta Forcina, uccisi tre giorni fa  a colpi di pistola all’interno di una palazzina di piazza Mattei a Formia, rompono il silenzio per smentire alcune ipotesi sul movente dell’efferato delitto. Francesco Gionta, figlio delle due vittime, Flora ed Erasmo Forcina, sorella e fratello della donna, sottolineano attraverso i loro legali – gli avvocati Paolo Quintigliano e Luca Giudetti – di ignorare “le reali cause che hanno scatenato nell’assassino tale violenza non avendo le vittime mai assunto un atteggiamento ostile nei suoi confronti”.

Poi chiedono “il silenzio e il rispetto per il proprio dolore in ricordo dei propri cari”. I funerali dei due insegnanti in pensione - uccisi dal cugino di lei Pasquale Forcina che poi si è tolto la vita – saranno celebrati questo pomeriggio presso la chiesa della Madonna del Carmine mentre quelli dell’omicida non sono ancora stati fissati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Omicidio di camorra del '92: quattro arresti tra le province di Caserta e Latina

  • Fiumi di denaro riciclati nell'impresa: due arresti e maxi sequestro da 1 milione di euro

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

Torna su
LatinaToday è in caricamento