Cronaca Sezze

Francesco Le Foche aggredito nel suo studio: il medico di Sezze picchiato violentemente da un paziente

L’episodio a Roma; l’immunologo è ricoverato all’Umberto I "in condizioni critiche ma non in pericolo di vita". Arrestato un uomo per tentato omicidio

Il medico Francesco Le Foche è stato vittima nei giorni scorsi di una violenta aggressione. L’immunologo del day hospital del centro di Clinica Avanzata del policlinico Umberto I, originario di Sezze, è stato picchiato da un paziente a Roma. L’episodio si è verificato nel tardo pomeriggio di giovedì 5 ottobre per mano di un uomo convinto di essere stato curato male. 

Come riporta RomaToday, l’uomo intorno alle 18 di giovedì si è presentato nello studio del medico - famoso anche per aver partecipato ad alcune trasmissioni televisive durante il periodo del Covid19  - di via Po, in zona Salario nella Capitale, e lo ha picchiato violentemente. Agli agenti del commissariato Villa Glori intervenuti sul posto il paziente, un 36enne romano, ha raccontato di avere un'infezione alla colonna vertebrale e di essere convinto che il dottore avesse sbagliato terapia e farmaci.

Sarebbe dunque questo il motivo che si cela dietro la violenta aggressione con l’uomo che ha colpito a mani nude Le Foche ferendolo gravemente. Portato in codice rosso al policlinico Umberto I, il medico è ricoverato in prognosi riservata al reparto chirurgia maxillo-facciale con un trauma cranico-facciale, la frattura del pavimento orbitario sinistro e del setto nasale. Come chiarito dallo stesso Umberto I di Roma, Le Foche “è in condizioni critiche ma non in pericolo di vita”. 

Il 36enne romano è stato arrestato per tentato omicidio e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Rocca: “Intollerabile aggressione a Le Foche”

"L'aggressione al professor Francesco Le Foche, come a qualunque altro operatore sanitario, non può essere tollerata. Medici, infermieri, oss, hanno diritto a lavorare in sicurezza” ha detto il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, su X (l'ex Twitter). A Le Foche “giungano gli auguri di pronta guarigione da parte di tutta la Giunta della Regione", chiosa il governatore del Lazio. "L'aggressione subita dal dottor Francesco Le Foche è un fatto gravissimo. Segnala una deriva violenta sempre più accentuata nel rapporto con i medici. È una situazione grave che si ripete ormai spesso. A Francesco Le Foche va la solidarietà e la vicinanza mia e di tutti i colleghi della Fimmg Roma e Lazio” ha dichiarato attraverso una nota Pierluigi Bartoletti, segretario della Federazione italiana dei medici di famiglia di Roma. 

Solidarietà a Le Foche, arrivata anche dal ministro della Salute, Orazio Schillaci. "L'episodio di violenza lascia sconcertati e basiti. In quest'anno abbiamo previsto misure importanti dirette a presidiare la sicurezza degli operatori sanitari che lavorano nelle strutture del Servizio sanitario nazionale", ricorda il ministro. "Ma è evidente - aggiunge - che dobbiamo lavorare per promuovere un cambiamento culturale che permetta di riscoprire l'alleanza tra medico e paziente".

Il popolo no-vax esulta sui social

E i leoni da testiera non si fermano neanche davanti a una violenta aggressione come quella che ha visto vittima il dottor Le Foche. La notizia rimbalzata sui social è stata commentata anche dal popolo no-vax, che ricorda le interviste tv dell'immunologo durante la pandemia, per il quale come riporta l’AdnKronos è diventata un motivo di esultanza. “Dio c’è” scrive qualcuno; ma fortunatamente questi commenti, che non sono molti, vengono oscurati da quelli di chi invece fa gli auguri al medico sperando in una pronta guarigione. "Forza Prof", scrive un utente su X. 

Chi è Francesco Le Foche 

L'immunologo Francesco Le Foche, 66 anni, è uno specialista noto anche al grande pubblico. Durante la pandemia di Covid, è stato una presenza ricorrente negli studi televisivi, in particolare nel salotto di Domenica In con Mara Venier e a Porta a Porta con Bruno Vespa. Le Foche ha fornito più volte informazioni e spiegazioni sull'evoluzione del virus, la risposta dell'organismo e la funzione dei vaccini Covid, rispondendo alle domande dei conduttori e dei telespettatori. Nato a Sezze, in provincia di Latina, nel 1957, laureato in Medicina e chirurgia all'università Sapienza di Roma nel 1985, Le Foche è iscritto all'ordine dei medici di Latina ed è uno specialista in allergologia e immunologia clinica. Si è formato professionalmente all'istituto di Malattie infettive e tropicali del Policlinico Umberto I Sapienza Università di Roma, dove lavora come responsabile del Day Hospital di immunoinfettivologia. A novembre 2020 ha pubblicato il libro "Sì, andrà tutto bene: ecco perché il Covid-19 sarà sconfitto". Il suo approccio in pandemia gli è valso l'appellativo di 'ottimista'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Le Foche aggredito nel suo studio: il medico di Sezze picchiato violentemente da un paziente
LatinaToday è in caricamento