Maxi frode con auto di lusso, l'operazione tocca Latina: un arresto a Terracina

L'inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza di Isernia ha coinvolto diverse città italiane. Sequestrati beni per oltre 7 milioni di euro, 23 i destinatari di misure cautelari

Una maxi frode con la vendita di auto di lusso è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Isernia ai danni dell'Unione europea e dell'Italia. L'operazione "Galaxy" ha sgominato un gruppo criminale con base stabile in Italia e diverse ramificazioni internazionali. L'operazione ha toccato le province di Isernia, Milano, Salerno, Caserta, Frosinone, Macerata e anche Latina. Uno degli arresti è stato infatti eseguito a Terracina.

Su disposizione della Procura di Isernia la Guardia di Finanza ha eseguito 23 ordinanze di applicazione di misure cautelari personali, tra le quali 13 arresti in carcere e 10 ai domiciliari. Eseguito anche un sequestro preventivo per un importo complessivo pari a 7.499.220 euro per beni mobili e immobili, quote societarie, auto e denaro, a carico dei 23 indagati e 21 compagini societarie con sede in tutta Italia. 

L'operazione, frutto di un anno di indagini e accertamenti particolarmente complessi e articolati condotti dal Gruppo Guardia di Finanza nel settore del commercio di auto di lusso di origine comunitaria, è stata scoperta una frode ai danni dell'Unione europea e dell'Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento