Il Vescovo Crociata nomina nuovi parroci a Latina e in altre zone della provincia

La parrocchia di Santa Rita di Latina affidata a don Gianni Checchinato, S. Cuore e e di S. Pio X di Latina a don Enzo Avelli. Cambiamenti anche a Terracina, Sezze, Sermoneta

Sono 17 i nuovi parroci nominati per altrettante parrocchie tra Latina e Provincia.

 Questa mattina, nel corso dell’assemblea del clero, il vescovo Mariano Crociata ha presentato le nomine di parroci, vicari parrocchiali e altri incarichi. Ai presenti il Vescovo ha spiegato che «le circostanze della vita della nostra diocesi hanno richiesto e, in alcuni casi, reso opportuno, all’inizio del nuovo anno pastorale, alcuni cambiamenti nell’affidamento della responsabilità di guida di alcune comunità parrocchiali.

Così, «mosso dalla premura per il bene dei fedeli e per la cura pastorale del popolo cristiano», Crociata ha disposto le seguenti nuove nomine di presbiteri alla guida delle comunità parrocchiali:

Le Nomine:

le parrocchie del S. Cuore e e di S. Pio X di Latina sono affidate a don Enzo Avelli; la parrocchia di S. Rita di Latina a don Gianni Checchinato; la parrocchia dei SS. Pietro e Paolo di Latina a don Isidoro Petrucci; la parrocchia dei SS. Damiano e Cosma di Terracina a don Massimo Capitani; la parrocchia di S. Francesco d’Assisi di Borgo Montenero a p. Bruno Mustacchio; la parrocchia di S. Maria Assunta in cielo di Sermoneta a don Leonardo Pompei; la parrocchia di S. Michele Arcangelo di Borgo S. Michele a don Paolo Spaviero; le parrocchie di S. Francesco Saverio e dei SS. Sebastiano e Rocco di Sezze a don Pierluigi Antonetti; le parrocchie della Divina Maternità di Maria di Borgo Frasso e di S. Pio X di Borgo La Fiora a don Giuseppe Fantozzi.

A queste vanno aggiunte due parrocchie tenute da religiosi: S. Maria di Sezze a p. Damiano Grecu ive (Ist. Verbo Incarnato);
S. Maria Assunta in cielo di Maenza a p. Germano José Jicka Balan (Frat. Missionaria di Maria);

Altri incarichi:

don Marco Schrott, vicario parrocchiale a S. Giuseppe in Borgo Flora (Cisterna); don Saadi M. Khuder, vicario parrocchiale di S. Pio X a Latina; don Giovanni Castagnoli, vicario parrocchiale a Ceriara, Priverno; don Luca di Leta, vicario parrocchiale a Borgo Sabotino; don Paolo Spaviero è nominato anche direttore dell'Ufficio diocesano per la Pastorale familiare;
don Mykhaylo Konevych, cappellano dell'ospedale civile "S. Maria Goretti" in Latina (la nomina si è resa necessaria dopo che i frati cappuccini, nei mesi scorsi, hanno rinunciato al servizio dopo circa 50 anni a causa della riorganizzazione dei conventi disposta dai Superiori dell’Ordine).

“Sono consapevole che una comunità, come del resto tutta la Chiesa, ha bisogno dei vari ministeri suscitati dallo Spirito e riconosciuti in essa, a cominciare da quello ordinato del diaconato, come pure della partecipazione attiva e fruttuosa dei fedeli laici.

Nondimeno un posto speciale nell’organismo ecclesiale occupa il ministero del presbitero, senza la cui presidenza ordinariamente una parrocchia non potrebbe sussistere in maniera adeguata».

Il vescovo Crociata ha ringraziato «in particolare i presbiteri che hanno volentieri accolto l’invito ad assumere un nuovo incarico», e a tutti – presbiteri, diaconi e fedeli – ha chiesto «di disporsi con vivo senso di fede e di Chiesa a vedere in questi cambiamenti un invito del Signore a una dedizione ancora più grande, perché le nostre comunità possano svolgere con rinnovata passione e nella comunione della Chiesa diocesana la loro missione per la diffusione del Vangelo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento