rotate-mobile
Cronaca Cisterna di Latina

Integrazione socio-lavorativa dei minori immigrati, progetto a Cisterna

"Impara l'arte..." il progetto promosso dall'assessorato alle Politiche Sociali rivolto ad oltre 30 giovani stranieri del Nord Africa che andranno a scuola di panificazione e agricoltura

Si chiama “Impara l’arte…” il progetto promosso dall’assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cisterna e rivolto a favorire il percorso di integrazione dei minori migranti.

Il progetto è stato presentato in risposta all’avviso pubblico del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che prevede uno specifico finanziamento per favorire l’inserimento socio-lavorativo di minori stranieri non accompagnati e giovani migranti.

“Cisterna - fanno sapere dal Comune -, in risposta alla cosiddetta Emergenza Nord Africa che ha visto l’arrivo sulle coste italiane di migliaia di migranti tra i quali anche numerosi minori stranieri non accompagnati, accoglie oltre una trentina di questi nella struttura sita in via Nettuno. Per questo l’assessorato alle Politiche Sociali, in collaborazione con la società Euromed che gestisce tale struttura residenziale curando iniziative finalizzate all’integrazione sociale dei minori stranieri ospiti, ha elaborato un progetto con relativa richiesta di finanziamento europeo”.

“In risposta al Piano per l’integrazione nella sicurezza Identità e Incontro, approvato dal Consiglio dei Ministri, che individua percorsi di integrazione del migrante – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Alberto Filippi – Cisterna ha scelto quella dello formazione qualificante per l’inserimento nel mondo del lavoro attraverso lo strumento dell’apprendistato. Per questo è stato elaborato il progetto ‘Impara l’arte…’ che prevede percorsi integrati di politica attiva del lavoro in favore degli oltre 30 minori stranieri non accompagnati in fase di transizione verso l’età adulta e dei giovani migranti che, accolti in Italia come minori stranieri non accompagnati, hanno compiuto o compiranno la maggiore età nel biennio 2011-2012. Per loro sono previsti corsi per la lavorazione della pizza o del pane oppure l’apprendimento di attività e mansioni connesse con il settore agricolo. In questo modo il minore, una volta adulto, potrà essere parte attiva della nostra società integrandosi e contribuendo alla stessa

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Integrazione socio-lavorativa dei minori immigrati, progetto a Cisterna

LatinaToday è in caricamento