rotate-mobile
Cronaca San Felice Circeo

Incendio al Parco del Circeo, fiamme divampate nei pressi della lestra

Il rogo scoppiato in prossimità del Centro Visitatori del Parco; interessata un'area di circa 200 metri quadrati. Lingue di fuoco domate daL corpo forestale e protezione civile

Pericolo questa mattina all’interno del Parco Nazionale del Circeo. Un principio di incendio, infatti, è stato tempestivamente domato grazie al puntuale intervento del corpo forestale dello Stato – è intervenuto anche il personale specializzato per verificare l’esistenza di tracce o inneschi - e della protezione civile.

L’area interessata è quella della foresta a circa 300 metri dalla lestra didattica, già oggetto lo scorso anno di un altro attentato incendiario, in prossimità del Centro Visitatori del Parco.

Innescato su un letto di aghi di pino secchi, l’incendio ha immediatamente attecchito facendo partire le fiamme e creando un fumo che inizialmente aveva destato grande preoccupazione e fatto presupporre una situazione ben più grave.

La visibilità del fumo ha però consentito l'immediato intervento dell'autobotte che ha limitato i danni e l'area interessata dalle fiamme, che risulta così essere inferiore a 200 metri quadrati.

Singolare il luogo scelto -, commenta il Commissario del Parco Gaetano Benedetto - perché si ricollega alla clamorosa azione dimostrativa dello scorso anno. Nessuna drammatizzazione comunque, con la speranza, però, che non ci siano ulteriori atti emulativi che sarebbero scellerati quanto gravissimi anche per l'incolumità delle persone che in questa stagione frequentano i sentieri del Parco”.

Da parte del corpo forestale dello Stato è stata comunque aumentata la vigilanza, con un servizio di pattugliamento più intenso all'interno dei sentieri forestali, con particolare riguardo ai punti di ingresso in foresta e ai percorsi che muovono dal centro visitatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio al Parco del Circeo, fiamme divampate nei pressi della lestra

LatinaToday è in caricamento