rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Itri

Si barrica in casa con il fratello minore e prende a calci e pugni i carabinieri: arrestato

E' accaduto a Itri, dove i militari hanno fermato un 20enne per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale

Si è barricato in casa con il fratello di minore senza permettere a nessuno di entrare, neanche alla madre. E' accaduto a Itri, dove i carabinieri del Norm sono intervenuti in seguito alla richiesta di intervento di una signora di 49 anni che chiedeva aiuto ai militari per il comportamento violento del proprio figlio. Gli uomini dell'Arma hanno quindi raggiunto l'abitazione in contrada Comignano, a Itri, e dopo diversi tentativi di persuasione, il giovane che era rinchiuso dentro ha acconsentito a far uscire di casa il fratello più piccolo, non permettendo però a nessun altro di entrare.

A questo punto i militari sono stati costretti a procedere con più fermezza, accedendo all'abitazione da una finestra rimasta aperta. Appena entrati però sono stati aggrediti a calci e pugni dal giovane che è stato immobilizzato solo dopo una colluttazione. L'intervento dei carabinieri si è concluso con un arresto. In manette è finito un 20enne di Gaeta, F.A., ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si barrica in casa con il fratello minore e prende a calci e pugni i carabinieri: arrestato

LatinaToday è in caricamento