rotate-mobile
Cronaca

Lanciò una bottiglia incendiaria nel Parco Susetta Guerrini, condannato a un anno e quattro mesi

Il 21enne aveva pubblicato su Tik tok le immagini dell'atto vandalico e quelle di altri commessi al parco San Marco, così era stato individuato e denunciato

Aveva lanciato una bottiglia incendiaria all'interno del Parco Oasi Verde Susetta Guerrini, nel quartiere Q4 e a distanza di qualche giorno, dopo avere commesso altri atti vandalici all’interno del Parco San Marco, aveva postato le immagini di entrambi i danneggiamenti sul profilo social Tik tok. Ma proprio grazie ai social è stato identificato e denunciato dagli uomini della Questura e oggi per lui è arrivata la condanna del Tribunale.

Questa mattina D.G., 21enne di Latina, è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giorgia Castriota per avere portato illegalmente in un luogo aperto al pubblico armi o parti di esse, munizioni o esplosivi. Il ragazzo ha scelto, su richiesta del difensore Stefano Perotti, di patteggiare la pena per poter beneficiare della riduzione di un terzo. Difesa e accusa si sono accordate su una condanna a un anno e quattro mesi di carcere con la sospensione condizionale e la non menzione.

L'attività investigativa della Questura aveva preso avvio da una denuncia presentata a novembre 2020 per un atto vandalico commesso all'interno dell'area del Parco San Marco, che aveva provocato il danneggiamento di alcune strutture. Le immagini erano state pubblicate proprio sul profilo social Tik Tok del ragazzo mentre era stato impossibile identificare gli altri giovani che si trovavano con lui visto che non erano ripresi perfettamente in volto. Analizzando il profilo social del giovane era stato possibile trovare le prove di un’altra bravata vale a dire il lancio di una bottiglia incendiaria nel Parco Susetta Guerrini nel quartiere Q4. Oggi la condanna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciò una bottiglia incendiaria nel Parco Susetta Guerrini, condannato a un anno e quattro mesi

LatinaToday è in caricamento