menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Droga per uso personale, i soldi sono i miei risparmi": il giudice lo scarcera

Il 40enne arrestato a viale Le Corbusier con quasi mezzo chilo tra hascisc e cocaina e 24mila euro è stato rimesso in libertà

Ha raccontato che la droga rinvenuta nella sua abitazione – quasi mezzo chilo tra hascisc e cocaina – era per uso personale e che i 24mila euro in contanti erano i suoi risparmi.

Questa la versione fornita questa mattina al giudice per le indagini preliminari Antonio Molfese da Roberto Calicchia, arrestato mercoledì a viale Le Corbusier a Latina dagli uomini della Squadra volante nel corso di un servizio di controllo del territorio. Così alla fine dell’interrogatorio di convalida, durante il quale il 40enne, assistito dall’avvocato Italo Montini, si è avvalso della facoltà di non rispondere ma ha soltanto fatto spontanee dichiarazioni, il gip ha convalidato l’arresto ma lo ha scarcerato con i soli obblighi di firma e ha disposto la restituzione del denaro che era stato sequestrato derubricando l’accusa di detenzione a fini di spaccio nell’ipotesi di reato più lieve.  

Nel corso dei controlli i poliziotti hanno notato un certo nervosismo da parte della donna che era con lui che ha cercato di eludere gli agenti e di allontanarsi. La perquisizione personale, estesa all'abitazione della 36enne incensurata, hanno portato al ritrovamento di 400 grammi di hascisc e 20 grammi di cocaina all'interno di un mobile della cucina oltre a 24.500 euro in contanti, alcuni foglietti con nominativi, cifre in denaro e indicazioni di quantitativi di droga ceduti, nonché il materiale necessario alla pesatura e al confezionamento delle singole dosi di stupefacente per la vendita al dettaglio, come bilancini, ritagli in cellophane e nastro adesivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento