menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente sul lavoro a Latina: "Fare chiarezza sul bracciante ferito e abbandonato"

L'intervento dei consiglieri regionali Marta Bonafoni e Alessandro Capriccioli sull'episodio avvenuto sabato scorso nelle campagne di Latina

"Abbiamo letto con sgomento la ricostruzione dell'incidente sul lavoro ai danni del bracciante Amrinder Singh e ci auguriamo che sia fatta chiarezza sui fatti denunciati". E' l'intervento dei consiglieri regionali Marta Bonafoni e Alessandro Capriccioli in merito all'incidente avvenuto sabato scorso a Latina, quando un bracciante indiano di 32 anni è rimasto ferito dopo essere caduto da alcuni metri di altezza e poi "trasportato" e abbandonato da un'altra parte.

La storia è stata raccontata anche dal sociologo Marco Omizzoli, che da sempre combatte in prima linea contro lo sfruttamento del lavoro e il caporalato nei campi. Secondo le testimonianze di alcuni colleghi del bracciante raccolte da Omizzoli, l'uomo stava lavorando in una serra sospeso a circa 4 metri di altezza e senza nessuna protezione. E' caduto a terra e quando ha cercato di chiedere aiuto è stato raggiunto dai "capi italiani" dell'azienda e non trasportato in un ospedale ma abbandonato in un campo ad alcuni chilometri di distanza dal luogo dell'incidente. 

"Un fatto - commentano i due consiglieri della Regione Lazio - se confermato, gravissimo, che ha giustamente suscitato l'immediata mobilitazione dei colleghi di Singh nonché la presa di posizione della Cgil. Ci auguriamo che sia fatta piena luce quanto prima sui fatti denunciati e che siano individuati i responsabili dell'episodio. Nel frattempo a Amrinder Singh, ora ricoverato in codice rosso all'ospedale di Latina, va il nostro augurio per una pronta guarigione; a lui e ai suoi colleghi esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento