Lavoratore licenziato, Corden Pharma condannata a reintegrarlo

La sentenza emessa dal giudice del lavoro del Tribunale di Latina

Il giudice del lavoro del Tribunale di Latina ha annullato il licenziamento di A.C., lavoratore della Corden Pharma e condannato l'azienda a reintegrarlo.

Il lavoratore, occupato sin dal 1984, era stato licenziato il 30 aprile dello scorso anno sulla base di una serie di addebiti poi risultati inesistenti o non provati o tenui e non congrui a giustificare la grave sanzione. A sostegno del lavoratore si è schierato immediatamente il sindacato Confail con il suo segretario nazionale Gianni Chiarato e l'assistenza legale dell'avvocato Rita Guida che ha evidenziato l'assoluta gravità del comportamento del datore di lavoro mettendo in evidenza la pericolosità del suo comportamento, vista la superficialità con la quale l'azienda ha prima istruito la procedura e poi proceduto al licenziamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una situazione che poteva diventare, come sottolineano i vertici della Confail, un pericoloso precedente per i diritti dei lavoratori. “Il pronunciamento del giudice del lavoro – spiega ancora Confail - assume un significato importante per almeno altre due ragioni.  La prima è che, in un momento storico nel quale i diritti dei lavoratori sono sotto attacco, dimostra che ci sono ancora lavoratori e sindacati e segretari che si battono perchè quei diritti, faticosamente conquistati,  non vengano conculcati. La seconda è che rappresenta un chiaro esempio di ciò che i datori non possono e non devono fare contro i lavoratori ed  un chiaro monito affinché si comprenda che il licenziamento, in quanto misura della massima gravità, non può essere comminato con superficialità, strumentalmente o per aggirare la legge”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, i contagi tornano a crescere: 7 nuovi casi da nord a sud della provincia

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

Torna su
LatinaToday è in caricamento