Mensa a scuola, la denuncia di Di Cocco: "Un bambino di 6 anni rimasto senza pasto"

Probabilmente per un errore al Comune non risultava la retta pagata. Il caso segnalato dall'esponente di Fratelli d'Italia

E' cominciato ormai da diversi giorni in alcuni istituti scolastici di Latina il servizio mensa previsto nelle scuole dell'infanzia e nelle elementari a tempo pieno. Arrivano però i primi disguidi, come quello avvenuto oggi, 1° ottobre, all'istituto comprensivo Don Milani e denunciato dall'esponente di Fratelli d'Italia Gianluca Di Cocco. Un bambino di 6 anni rimasto senza pasto. 

"La mensa scolastica - commenta Di Cocco - sta assumendo un ruolo sempre più importante nella vita di un bambino, perché è il luogo dove il piccolo svolge uno dei pasti principali della sua giornata. Oggi uno spiacevolissimo episodio che, se non charito immediatamente, porterà ad una denuncia, sicuramente da parte mia. Un bimbo di 6 anni - spiega - quando si è accorto che ai compagni di scuola veniva servito il normale pasto previsto per la mensa e a lui nulla, è scoppiato in lacrime. Non risultava la retta pagata". In realtà come chiarisce poi Di Cocco si sarebbe trattato di un errore, perchè i genitori del bambino hanno poi mostrato il bonifico effettuato a settembre di 50 euro. "In ogni caso - continua - come si può minimamente pensare di agire in questo modo? Una vicenda che vede tristemente coinvolto, un "nostro figlio" che frequenta un istituto nella nostra città e sembrerebbe che tale trattamento sia molto diffuso anche su altri bambini. Alla richiesta di chiarimenti da parte dei genitori, la triste risposta sarebbe stata "sono indicazioni da parte del Comune". Detto ciò - conclude - impegnerò i consiglieri di Fratelli d’Italia a far luce au questa vicenda". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incontro con l'assessore Proietti a scuola 

In realtà diversi disguidi sono capitati nei primi giorni di avvio del servizio anche ad altri genitori di altre scuole del capoluogo. L'iscrizione online attraverso il portale non è riuscita infatti a velocizzare le procedure. La conseguenza è stata che in alcuni casi, pur avendo le famiglie effettuato regolarmente l'iscrizione online nei tempi previsti, non è stato possibile usufruire subito della mensa perché, per problemi legati probabilmente agli uffici, al Comune non risultava l'iscrizione e i pagamenti non caricati sulla piattaforma online. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

  • Coronavirus: 12 casi in più in provincia, 13 i morti. Ma i guariti salgono a 21

Torna su
LatinaToday è in caricamento