Operazione Petrus, primi interrogatori in carcere per gli arrestati

Il gip proseguirà nei prossimi giorni ascoltando anche le persone coinvolte nell'inchiesta Astice

Primi interrogatori in carcere questa mattina nell’ambito dell’operazione Petrus condotta dal comando provinciale dei carabinieri. Il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario, che ha firmato le 34 ordinanze di custodia cautelare, ha ascoltato Luca Pintus, il 36enne di Sezze, assistito dall’avvocato Guerrino Maestri, che ha risposto alle domande spiegando ogni singolo fatto contestato. Interrogatorio anche per la 61enne Maria Spina assistita dall’avvocato Stefano Perotti che ha invece scelto di rimanere in silenzio avvalendosi della facoltà di non rispondere. Davanti al gip è comparso anche Saverio Dei Giudici, 30 anni, di Terracina, difeso dall’avvocato Gianni Lauretti, che ha risposto alle domande  mentre Gioacchino Iazzetta, difeso dall’avvocato Giancarlo Vitelli, è rimasto in silenzio. Ha dichiarato la sua estraneità ai fatti Rachele Sellacci, assistita dall’avvocato Amleto Coronella.

Oggi il gip dovrebbe proseguire interrogando altri arrestati compresi quelli dell’indagine parallela denominata ‘Astice’. Molti degli interrogatori verranno effettuati su rogatoria essendo gli imputati detenuti in diversi istituti penitenziari italiani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento