Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Protesta dei dipendenti di Panorama contro la cassa integrazione: nuovo sciopero martedì

La rabbia contro la decisione dell'azienda che riguarda anche le strutture del centro commericale Latina Fiori e quella di Formia

Proseguono le proteste dei lavoratori del gruppo Panorama contro le iniziative annunciate dalla società dell’utilizzo di cassa integrazione che coinvolge anche gli ipermercati di Latina e Formia non senza incidenti. Nella giornata di sabato infatti ci sono stati attimi di tensione nell'Ipermercato Panorama  a Latina Fiori con l'intervento della Polizia a causa della sostituzione di personale in sciopero con maestranze arrivate da altri territori, un fatto che i lavoratori definiscono 'inaccettabile'. Agli agenti intervenuti i dipendenti hanno ribadito di esercitare il proprio diritto di sciopero mentre l'azienda per non perdere vendite ha sostituito il personale.

Intanto per martedì 2 febbraio dalle ore 15 alle ore 16 nel piazzale antistante il centro commerciale Latina Fiori verrà effettuata un’assemblea in sciopero con tutti i dipendenti del punto vendita. Analoga iniziativa verrà ripetuta nei giorni successivi anche nell’ipermercato di Formia per dare continuità e sostegno alle lotte che i lavoratori stanno effettuando e per dare un segnale forte all’azienda alla quale si chiede di sospendere le iniziative in atto visto che già da mercoledì è stata attivato una procedura di cassa integrazione in deroga per Covid 19 che coinvolge tra gli altri le strutture commerciali di Latina e Formia.

“L’azione unilaterale dell’azienda è gravissima -  tuonano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs – anche perché attivata con procedura non corretta con la divisione dei tavoli di trattativa. Crediamo che l’Azienda non stia rispettando le normative in essere rispetto alla motivazione per cui pone l’esigenza dell’ammortizzatore sociale (chiesto per Covid e invece, come si evince dalla lettera di apertura della procedura, basato su esuberi strutturali) e, soprattutto contestiamo le modalità di applicazione che vengono adottate senza alcun rispetto dell’equa ripartizione dell’ammortizzatore tra i lavoratori. Oltre, infatti, all’esclusione di figure professionali come capi-reparto e/o personale amministrativo, l’azienda sta applicando l’ammortizzatore per reparto, esponendo molti lavoratori – concludono i sindacati - a riduzioni orarie fino al 40%, mentre altri colleghi non effettueranno neanche un’ora di cassa integrazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta dei dipendenti di Panorama contro la cassa integrazione: nuovo sciopero martedì

LatinaToday è in caricamento