Skate park a Latina, la comunità difende la scelta dei giardini: "E' il luogo giusto"

Gli skaters del capoluogo intervengono contro chi definisce la scelta del parco Falcone e Borsellino un luogo non idoneo

Nei giorni scorsi la notizia arrivata dal Comune di Latina: la città avrà uno skate park. Sarà al Parco Falcone e Borsellino e la Giunta ha già approvato il progetto. Ora interviene la comunità skaters del capoluogo che si dice entusiasta e che difende la scelta dei giardini pubblici contro chi giudica il luogo non idoneo: "E' la realizzazione di un sogno". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A chi afferma che l’amministrazione comunale non ha parlato con gli skaters - spiega - dobbiamo segnalare invece che l’amministrazione è da mesi in contatto con membri della nostra comunità con cui ha condiviso la scelta della location e della dimensione dello skatepark. In merito poi alla questione sollevata da alcuni sull’idoneità della location nel parco Falcone e Borsellino, ci piace condividere le nostre considerazioni: ci sono centinaia di skatepark nel mondo costruiti in parchi con alberi e piante. Essendo tutti all’aperto, sono soggetti a foglie, sassi, terra, sabbia o aghi di pino; tenerlo pulito per gli skaters è un momento di responsabilità e di aggregazione; la presenza di alberi è molto utile,ne permette l’utilizzo d’estate senza per questo ‘squagliarsi’ sotto il sole (bensì rimanendo ombreggiati, ossigenati e rinfrescati); data la sua ubicazione centrale nel parco Falcone e Borsellino,permette a tutti di raggiungerlo facilmente anche con i mezzi pubblici; riutilizza e recupera l’area della vecchia pista di pattinaggio ormai inutilizzabile; riqualifica il parco Falcone e Borsellino dal punto di vista della sicurezza e della vivibilità. Un luogoa volte poco rassicurante da frequentare (perché deserto),vedrà la presenza costante di tante persone; darà un ritorno economico sulle attività commerciali circostanti, del centro e sul loro indotto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus: altri 49 contagi in provincia. I numeri più alti a Latina, Cisterna ed Aprilia

  • Coronavirus, 543 casi nel Lazio su 15.500 tamponi effettuati in 24 ore. Cinque morti, 112 guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento