Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Commissione tributaria, sezione distaccata di Latina a rischio soppressione

All'origine del possibile congelamento ci sarebbe la carenza di magistrati. Appello di tutti gli ordini professionali della provincia

Gli ordini professionali della provincia si mobilitano contro la possibile soppressione della sede distaccata di Latina della Commissione tributaria regionale.

Una nota congiunta in rappresentanza dei circa 20mila iscritti è stata inviata alle istituzioni tributarie, al Mef e ai parlamentari, nazionali ed europei, della circoscrizione provinciale. “

La missiva - spiegano i presidenti - è stata condivisa da tutte le categorie professionali della provincia di Latina: commercialisti, avvocati, ingegneri, geometri, periti industriali, professione ostetrica, architetti, consiglio notarile, consulenti del lavoro, dottori agronomi e forestali, collegio degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati, farmacisti, medici chirurghi e degli odontoiatri, medici veterinari, tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche della riabilitazione. L'accentramento su Roma – si legge nella lettera - comporterebbe: aumento dei costi per ogni contribuente (cittadini, imprese, professionisti, partite iva) nel voler esercitare il diritto di difesa, vista la distanza e le relative tempistiche/difficoltà logistiche per raggiungere la capitale; la valorizzazione delle professionalità romane a discapito di quelle locali, con negative ricadute in termini economico-territoriali; penalizzazione della popolazione della nostra provincia, anche nel concreto esercizio della difesa tributaria, a causa della riduzione dei presidi di giustizia locali”.

Con il congelamento prima della sezione 18 e poi della 19 della Commissione fino al 31 luglio 2021 a causa della carenza di giudici il territorio pontino perderebbe in effetti un presidio fondamentale nel settore della giustizia, questa volta quella tributaria, penalizzando non soltanto i professionisti ma anche i cittadini che dovrebbero sopportare tempi ancora più lunghi.

Sulla vicenda il senatore Claudio Fazzone ha presentato una interrogazione urgente al Presidente del Consiglio, Draghi, e al ministro della Giustizia, Cartabia, per conoscere quali azioni urgenti si intendano mettere in atto al fine di scongiurare la chiusura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissione tributaria, sezione distaccata di Latina a rischio soppressione

LatinaToday è in caricamento