Cronaca

"Sfregio" al giudice Iansiti, il suo commento: "Atto inquietante ma no allarmismi"

"Un episodio dal contenuto denigratorio ma non intimidatorio": così il giudice dopo gli escrementi rinvenuti fuori al pianerottolo di casa. Indagini dei carabinieri in corso

Un fatto sgradevole, inquietante, ma tenderei ad evitare allarmismi”. Così il giudice Nicola Iansiti a pochi giorni dal rinvenimento di escrementi fuori al pianerottolo della sua abitazione, un messaggio che lui stesso definisce “un atto dal contenuto denigratorio ma non intimidatorio” sul quale sono in corso le indagini dei carabinieri.

Questa mattina il giudice, che in passato è stato vittima di gravi intimidazioni, in un caso sette colpi di pistola esplosi contro la sua autovettura, in un altro un proiettile nella cassetta delle poste, ha voluto sottolineare “le giuste proporzioni rispetto a quanto accaduto”, ipotizzando l’azione di qualcuno che “ha agito in maniera arrogante, arrivando fino a fuori casa, come uno sfregio, una sfida. Il messaggio di sicuro c’è – ha commentato – ma occorre contenerlo nelle dimensioni, io comunque mi sento sereno”.

Giovedì la segnalazione ai carabinieri e l’avvio delle indagini. I militari stanno cercando di trovare risposte attraverso la visione delle immagini di telecamere di sorveglianza poste nei pressi della sua abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sfregio" al giudice Iansiti, il suo commento: "Atto inquietante ma no allarmismi"

LatinaToday è in caricamento