Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Priverno

Minori sequestrati a Priverno, la Squadra Mobile arresta tre persone

Blitz all'alba di ieri in un appartamento dove erano segregati quattro ragazzini, tutti clandestini. Le indagini, condotte dalla Dda, sono partite da Milano

Quattro ragazzini, tra i 16 e i 17 anni, erano chiusi in una stanza di un appartamento tugurio di Priverno, nei pressi della stazione ferroviaria. A trovarli gli uomini della seconda sezione della Squadra Mobile, che hanno lavorato grazie alla segnalazione dei colleghi di Milano, dove il fratello di una delle vittime aveva sporto denuncia raccontando i suoi timori per la sorte del 16enne e di altri connazionali.

Un’indagine passata nelle mani della Dda che ha iniziato a lavorare sulla tratta di minori nordafricani sbarcati a Ragusa e affidati dagli scafisti a un gruppo di stranieri.

Il fratello della vittima aveva spiegato agli agenti del commissariato milanese Garibaldi-Venezia, di essere stato costretto a pagare mille euro che non erano bastati a garantire la liberazione. Gli aguzzini, infatti, volevano più soldi.

Grazie al suo racconto sono partiti gli accertamenti che all’alba di ieri hanno portato i poliziotti di Latina a fare irruzione nella casa dove i ragazzini erano stati segregati. In manette sono finite tre persone, due egiziani e un marocchino, tra i 25 e i 30 anni. Il loro obiettivo sarebbe stato quello di ricevere più denaro possibile dai parenti dei ragazzini, sparsi in tutta Italia.

Avrebbero scelto un’abitazione Priverno che si trova sopra un negozio di ortofrutta gestito da un egiziano, convinti di passare inosservati. Le indagini non sono concluse. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minori sequestrati a Priverno, la Squadra Mobile arresta tre persone

LatinaToday è in caricamento