Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Aprilia

A scuola con le molotov, il 15enne di Aprilia resta nella comunità per minori

Respinta dal Tribunale del Riesame la richiesta di fare rientro nella sua casa

Non può tornare a casa il 15enne di Aprilia che il 20 dicembre scorso ha fatto irruzione nell’istituto Rosselli con otto bottiglie incendiarie gettandole un paio a terra. 

Questa mattina il Tribunale del Riesame ha sciolto la riserva e ha deciso che il ragazzo resterà nella speciale comunità per minori di Roma dove si trova dal giorno in cui ha deciso di mettere in atto quel gesto tanto eclatante. Così come aveva fatto il giudice per le indagini preliminari nel corso dell’interrogatorio anche il Riesame ha respinto la richiesta del legale dello studente, l’avvocato Leonardo Palombi, di farlo tornare a casa con la sua famiglia.

Il ragazzo, che è accusato di strage, resterà nello speciale centro mentre le difesa sta cercando di far derubricare il reato in tentata strage puntando sulla circostanza che il liquido contenuto nelle bottiglie preparate dal ragazzo non era altamente infiammabile e che lui non voleva fare male a nessuno ma soltanto guadagnarsi il rispetto dei compagni di scuola che da tempo lo prendevano in giro.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A scuola con le molotov, il 15enne di Aprilia resta nella comunità per minori

LatinaToday è in caricamento