“Nessun parli”, istituto Volta aderisce all’iniziativa per valorizzare la musica e le altre arti

Il progetto promosso dal Ministero dell’Istruzione. Il 22 novembre al Ponchielli gli studenti daranno vita ad uno spettacolo artistico, musicale, canoro e coreografico e realizzeranno il video clip dell'evento per partecipare al concorso

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

L'Istituto Comprensivo A. Volta di Latina è tra gli oltre 500 istituti scolastici, di tutte le regioni italiane, che hanno aderito all'iniziativa dal titolo “Nessun parli...un giorno di scuola:musica e arte oltre la parola”, promossa dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, per valorizzare la musica e le altre arti, anche nella loro declinazione digitale.

Momento clou dell'Istituto Comprensivo A. Volta sarà mercoledì 22 novembre 2017, quando gli studenti della scuola secondaria di primo grado daranno vita, presso l'Auditorium Ponchielli, a uno spettacolo artistico, musicale, canoro e coreografico e realizzeranno il video clip rappresentativo dell'evento per partecipare al concorso.

 “L’Istituto Comprensivo Volta di Latina ha deciso di aderire fattivamente a questa giornata – sottolinea la dirigente scolastica, professoressa Claudia Rossi – con  l’obiettivo di sviluppare negli alunni non solo la conoscenza storico-critica  delle arti ma anche la loro pratica, di valorizzare la  creatività dei ragazzi, capacità molto importante per affrontare le sfide di un mondo in rapido cambiamento, dagli scenari imprevedibili, in cui è necessario essere altamente flessibili”.

“Inoltre – aggiunge la stessa dirigente – l'occasione é valida per sottolineare di quanto la disciplina musicale è una componente fondamentale del fabbisogno educativo di base di ogni studentessa e di ogni studente. Il risultato è che in questo modo - conclude la professoressa Claudia Rossi – la scuola, mettendo a disposizione degli studenti spazi e attrezzature, permette agli stessi, come previsto dal Decreto legislativo 60/17, di sviluppare la coscienza e la consapevolezza relativa al patrimonio artistico, approfondendo non solo la cultura ma anche la pratica delle arti”.

Torna su
LatinaToday è in caricamento