rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Aprilia / Via Perugia

Uccise il figlio con un fucile, condannato a sei anni

Alle 13,30 di oggi la sentenza per Pietro Fraccaroli, il 70enne di Aprilia che lo scorso anno, in preda all'esasperazione, uccise il figlio Fabrizio di 34 anni. Riconosciute le attenuante generiche

Sei anni e due mesi: questa la condanna emessa oggi per Pietro Fraccaroli, il 70enne che, ad agosto dello scorso anno, al termine di un ennesimo violento scontro, uccise il figlio Fabrizio, 34 anni, al civico 2 della loro abitazione di via Perugia ad Aprilia.

La sentenza è stata emessa alle 13,30 dal giudice per le udienze preliminari Costantino De Robbio, nel corso del processo che si è svolto con il rito abbreviato. Presente in aula l’imputato insieme alla moglie, entrambi vittime di continue violenze da parte del figlio che per anni li aveva maltrattati, picchiati e minacciati.

Un drammatico scenario di sofferenze che la difesa, rappresentata dagli avvocati Carlo Alberto e Luca Melegari, aveva riprodotto attraverso diverse documentazioni, in cui venivano riportate le diverse denunce nei confronti della vittima.

Per Pietro Fraccaroli il pubblico ministero Maria Eleonora Tortora aveva chiesto una pena di nove anni. A febbraio Fraccaroli aveva ottenuto obblighi di firma, già in sede di convalida dell’arresto il giudice aveva disposto i domiciliari. Era il 23 agosto quando il 70enne aveva imbracciato il fucile esplodendo due colpi, uno dei quali aveva ferito mortalmente Fabrizio che in quel momento stava uscendo in giardino.

Durante l’interrogatorio, in lacrime, il padre aveva raccontato al giudice le condizioni esasperanti che lo avevano spinto a quel gesto. Nella precedente udienza, infatti, la difesa aveva prodotto anche una relazione dei carabinieri di Aprilia che descriva la personalità dell’imputato e quella del figlio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise il figlio con un fucile, condannato a sei anni

LatinaToday è in caricamento