Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Omicidio-suicidio a Vitinia, era di Latina la donna uccisa dall’ex compagno

Claudia Ferrari, 38 anni, è stata raggiunta da due proiettili in un parcheggio dal suo ex Massimo Di Giovanni, che poi si è tolto la vita. Avevano due bambine di 1 e 3 anni. La vittima da cinque anni si era trasferita a Roma, lui non aveva accettato la fine della loro storia

Era di Latina Claudia Ferrari, la 38enne uccisa giovedì dal suo ex compagno in un parcheggio di Vitinia, frazione di Roma. Due colpi esplosi contro la donna dalla quale non aveva accettato di separarsi per poi rivolgere la pistola contro di lui. Lasciano due figlie di 1 e 3 anni.

E’ stato un residente, intorno alle dieci di mattina ad udire tre spari e permettere il rinvenimento dei due corpi in un parcheggio di via Macario tra Casal Bernocchi e il X Municipio. Secondo quanto ricostruito, l’uomo ha fatto scendere dalla sua Mercedes Classe A la 38enne nel parcheggio, una violenta discussione per poi estrarre quella pistola, risultata rubata a Roma diversi tempo fa.  

Massimo Di Giovanni non avrebbe accettato la fine del rapporto con Claudia Ferrari che, per la troppa gelosia e le minacce lo aveva anche denunciato. Il 48enne si era trasferito ad Ardea mentre lei era rimasta a vivere a Vitinia, dopo aver lasciato Latina circa 5 anni fa. Entrambi erano dipendenti Atac.

Claudia aveva sempre vissuto a Latina, nella cooperativa Asves , dove ieri i residenti, sconvolti dell’accaduto, l’hanno ricordata come una ragazza dolce e solare. Aveva frequentato il liceo scientifico G.B. Grassi, per poi partire per motivi di studio.

Per domenica 14 giugno è prevista una fiaccolata alla parrocchia San Pio di Pietrelcina di Vitinia che partirà alle 19.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio-suicidio a Vitinia, era di Latina la donna uccisa dall’ex compagno

LatinaToday è in caricamento