Cronaca

Operazione “Dirty Glass”: accolti dal Tribunale del Riesame alcuni dei ricorsi delle difese

La decisione dei giudici in merito alle posizioni di alcuni degli indagati: Pasquale Pirolo, Thomas Iannotta, Luigi De Gregorio, Ivano Stefano Altobelli e Pio Taiani

Annullata ed in parte riformata l’ordinanza di custodia cautelare per alcune delle persone coinvolte nell’operazione “Dirty Glass” scattata lo scorso 16 ottobre e che aveva portato ad 11 arresti. Questa la decisione del Tribunale del Riesame di Roma che ha accolto alcuni dei ricorsi presentati dalle difese e che erano stati discussi lo scorso 8 ottobre.

Nello specifico, è stato annullato il provvedimento per Pasquale Pirolo per il quale è stata ordinata la scarcerazione se non detenuto per altra causa. Per Thomas Iannotta, figlio di Luciano Iannotta e difeso dagli avvocati Renato Arcidiacono e Silvia Siciliano, è stata disposta la revocata della misura cautelare degli arresti domiciliari sostituita con il divieto di dimora in provincia di Latina. Per quanto riguarda invece Luigi De Gregoris, assistito dall’avvocato Siciliano, il Tribunale del Riesame ha annullato l’ordinanza in relazione solo ad un capo di imputazione, quello sul trasferimento fraudolento dei valori, ma l’imprenditore resta in carrese essendo stati confermati gli altri capi di imputazione. Disposta invece l’immediata cessazione dell’obbligo di dimora per Ivano Stefano Altobelli. Infine è stata confermata l’ordinanza per Pio Taiani. 

Ricordiamo che, per quanto riguarda invece la posizione dei principali indagati, l’imprenditore Luciano Iannotta e il colonnello dei carabinieri Alessandro Sessa, gli avvocati Renato Archidiacono e Luca Petrucci hanno chiesto di posticipare la discussione vista la complessità dei fatti da esaminare. La richiesta è stata accolta e per loro l’udienza è stata rinviata al 14 ottobre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione “Dirty Glass”: accolti dal Tribunale del Riesame alcuni dei ricorsi delle difese

LatinaToday è in caricamento