rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Via del Lido

Sosta a pagamento sul lungomare, Porcari: “Perché un altro gestore?”

Il consigliere comunale del Pd critica la giunta per la scelta di affidare a un soggetto diverso da Atral il servizio per il periodo estivo

“Il servizio della sosta a pagamento prevede la gestione delle aree di sosta site nel centro urbano e nella marina di Latina. Perché adesso si vuole spacchettare? Per farci rimettere ancora più soldi?”. Non cerca giri di parole Fabrizio Porcari, consigliere comunale del Pd, intervenendo su quella che giudica come “una delle pagine più nere dell’amministrazione comunale di Latina”, ovvero la gestione dei parcheggi a pagamento.

L'esponente dell'opposizione punta il dito contro la decisione assunta dal servizio mobilità del Comune di Latina il 28 maggio, con l’indagine di mercato per l'affidamento a un soggetto esterno, “mediante procedura di cottimo fiduciario”, del servizio di gestione della sosta a pagamento presso il Lido di Latina per il periodo giugno/settembre 2013. Durante la stagione estiva, in pratica, Latina potrebbe avere un gestore per le strisce blu in centro (l'Atral) e uno per il lungomare.

“A settembre scorso in commissione viabilità abbiamo approvato il piano sosta in tutta fretta perché stringevano i tempi in vista della scadenza del contratto con il precedente gestore – ricorda Porcari –. Ma poi il piano sosta è stato approvato solo il 9 aprile scorso in consiglio comunale e in quasi tre mesi questo Comune non è riuscito a mettere a bando la gestione della sosta a pagamento in città”. A dicembre scorso dopo l’abbandono di Urbania, il Comune ha proceduto con l’affidamento diretto ad Atral, “eludendo ogni norma di trasparenza e di buona amministrazione”, commenta Porcari.

Nella manifestazione di interesse pubblicata dal Comune si cerca un soggetto gestore della sosta a pagamento sul lungomare di Latina, che fornisca le necessarie attrezzature e quanto occorrente per l'esecuzione del servizio, che possa occuparsi degli incassi, provveda alla stampa dei grattini e si occupi della manutenzione della segnaletica sia verticale che orizzontale.

“La scadenza per le proposte – spiega ancora il consigliere del Pd – è fissata al 10 giugno e dal 15 si comincerà il servizio: date a ridosso una dell’altra e coincidenze troppo evidenti per sembrare casuali”. L’amministrazione di Latina continua a lavorare in emergenza, potendo così derogare alle regole.

“Faremo richiesta alla commissione viabilità – conclude il consigliere del Pd Fabrizio Porcari – perché sapere si procede in modo così anomalo e soprattutto per sollecitare l’amministrazione a indire subito il bando di gara per la gestione della sosta a pagamento, con le proroghe la città e l’amministrazione perdono ingenti incassi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta a pagamento sul lungomare, Porcari: “Perché un altro gestore?”

LatinaToday è in caricamento