Pestaggio, rapina e sequestro di persona: arrestato dopo la fuga

I fatti a Terracina. L'uomo, rintracciato dalla polizia, era sfuggito alla cattura e aveva fatto perdere le sue tracce; si nascondeva in un casolare a Sezze

Commissariato polizia di Terracina

Era riuscito a sfuggire la cattura, ma nella notte, al termine di mirate indagini e appostamenti, è finito in manette e ora dovrà rispondere dei reati di  sequestro di persona, estorsione, rapina a mano armata e lesioni personali in concorso con altri due connazionali arrestati lo scorso 2 maggio.

Gli agenti della squadra di polizia giudiziaria del commissariato di Terracina hanno chiuso il cerchio intorno ai responsabili del violento fatto di cronaca avvenuto ad inizio mese sempre a Terracina quando i tre cittadini di nazionalità indiana prima avevano rapinato un connazionale, aggredendolo e picchiandolo a sangue, servendosi anche di un’ascia con la quale lo avevano ripetutamente colpito ferendolo ad una gamba, e poi avevano sequestrato un altro giovane segregandolo in un appartamento a Borgo Hermada e richiedendo che per il suo rilascio venisse loro corrisposto del denaro.

Allora l’intervento provvidenziale della polizia aveva permesso di liberare il ragazzo e di arrestare due dei malviventi, mentre G. S., indiano di 36 anni - nei confronti del quale il gip del tribunale di Latina, il dottor Costantino De Robbio, condividendo con le richieste del pubblico ministero della Procura, la dottoressa Falcione ha poi emesso l'ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere - era riuscito a sfuggire alla cattura.

Nei giorni successivi, le indagini della polizia sono andate avanti permettendo di individuare il luogo dove il fuggitivo si era nascosto, un casolare nelle campagne di Sezze, lungo la Migliara 47. La scorsa notte gli agenti, al termine di ore di appostamenti ed osservazioni, sono riusciti ad intercettare l’uomo a bordo della sua vettura proprio sulla Migliara e a bloccarlo al termine di un inseguimento scattato dopo che l’uomo non si era fermato all’alt intimato dalle forze dell’ordine.

Al termine della perquisizione del casolare, dove si trovava anche la compagna del 36enne, i due sono stati accompagnati presso gli uffici del commissariato di Terracina per gli accertamenti al termine dei quali l’uomo è stato trasferito presso la casa circondariale di Latina a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il malvivente è stato anche denunciato per falsità materiale commessa da privato e si è visto ritirate la patente e sequestrare l’auto perché priva di assicurazione e perché munita di tagliando assicurativo contraffatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formia, Lidl apre un supermercato a Santa Croce: 14 nuovi posti di lavoro

  • Due giovani fermati in auto, i parenti raggiungono la Questura e protestano: un agente ferito

  • Truffe, ecco come raggiravano gli anziani: la telefonata tra una vittima e l'indagato

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Vincenzo Rosato perde la vita in un incidente a Pomezia, cordoglio per la morte del medico

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento