Parco Pantanello, al via il progetto “Piccole Guide di Natura e Cultura”

Il progetto di educazione ambientale della Fondazione Roffredo Caetani onlus è destinato a 1600 alunni delle scuole elementari e medie della provincia pontina; è il primo passo verso l’istituzione del Parco Naturale dei Bambini e dei Ragazzi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

La Fondazione Roffredo Caetani onlus, con il suo patrimonio di ricchezze storiche e naturali, ha dato il via alla fase operativa del progetto di educazione ambientale “Piccole Guide di Natura e Cultura: Percorsi educativi e di ricerca, alla scoperta della Biodiversità e della Storia, nella terra dei Caetani e nella Natura del Parco Pantanello”, destinato alle alunne e agli alunni del territorio Pontino.

Il progetto, svolto nell’ambito del progetto GENS 2.0 dell’Agenzia Regionale dei Parchi del Lazio,  coinvolge più di 1.600 studenti e 71 docenti di scuole elementari e medie, provenienti da 8 Istituti Comprensivi dei Comuni di Cisterna, Latina, Sermoneta, Norma e Pontinia.

Riprendendo le esperienze maturate a livello internazionale e nazionale, “Piccole Guide di Natura e Cultura” si pone l’obiettivo di adattarle alla realtà del patrimonio naturale e culturale del territorio gestito dalla Fondazione Roffredo Caetani e, allo stesso tempo, di coinvolgere bambini e ragazzi delle Comunità locali sempre di più nella “missione” della Fondazione e nella gestione del Parco Pantanello.

Punti di forza del progetto, che si svolgerà per tutto l’anno scolastico 2015-2016 nello scenario di Pantanello, sono lo svolgimento delle attività̀ a contatto della Natura, che favoriscono il benessere psico-fisico dei protagonisti e dei partecipanti di ogni età̀ e la promozione dell’attaccamento al luogo e del senso responsabilità̀ per la gestione sostenibile dell’ambiente e delle sue risorse, naturali e culturali.

Valore aggiunto di “Piccole Guide di Natura e Cultura” è anche la partecipazione di una molteplicità̀ di attori sociali: Enti Locali, Istituzioni Pubbliche, Organizzazioni private, Associazioni ambientaliste, mondo della Scuola, operatori culturali che, a seguito di una intensa opera di coinvolgimento svolta dalla Fondazione, divengono anch’essi protagonisti del progetto.

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente della Fondazione, Pier Giacomo Sottoriva: “Questo progetto è il primo passo verso l’istituzione del Parco Naturale dei Bambini e dei Ragazzi, prima esperienza “pilota” in Italia e in Europa, con l’obiettivo specifico e prioritario di servire all’educazione permanente, al benessere psico-fisico dei bambini, coinvolgendoli, insieme con le loro famiglie, in tutti i processi di gestione tipici di un parco naturale. Un obiettivo che potrà essere raggiunto grazie anche alla generosa risposta dei Dirigenti e dei Docenti degli Istituti che hanno deliberato la loro adesione e alla collaborazione dei Comuni di UnIndustria Latina”.

Le prime attività in programma sono destinate ai docenti, per progettare, insieme, il percorso didattico che prevede lezioni teoriche ma, soprattutto, esperienze e ricerche “sul campo”, utili ad accrescere conoscenze e competenze dei ragazzi, ma anche a stimolare il loro entusiasmo e il desiderio di essere i gestori del “loro” parco.

Informazioni sui progetti:
https://www.fondazionecaetani.org/servizi_pantanello.php
https://www.youtube.com/watch?v=mnk15gd4W8c&feature=youtu.be 
https://www.facebook.com/Giardino-di-Ninfa-pagina-autorizzata-567298083379336/ 
https://www.facebook.com/Parco-Pantanello-451260881678597/ 

Torna su
LatinaToday è in caricamento