Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Cori

Rapina banca e accoltella residente, pena di 4 anni

I fatti il 6 settembre a Cori: Alessandro T., 40 anni, aveva portato via 4mila e 300 euro dalla banca di Credito Cooperativo ma era stato bloccato da due passanti, ferendo uno di questi con un coltello

Il coraggio dei residenti aveva permesso di catturare il rapinatore che aveva preso di mira la banca di Credito cooperativo di Roma a Cori. Si tratta di un 40enne, che era in permesso premio presso una comunità di Monte Fiascone.

Il 40enne, romano, con precedenti specifici, è stato condannato questa mattina nel corso del processo con il rito abbreviato, a quattro anni e sei mesi di reclusione. La sentenza è stata emessa dal giudice per l’udienza preliminare Guido Marcelli.

La mattina del 6 giugno Alessandro T. aveva raggiunto il centro di Cori e, armato di un coltello di circa 14 centimetri, aveva minacciato i dipendenti dell’istituto di credito facendosi consegnare 4mila e 300 euro.

L’uomo era stato inseguito all’esterno da un dipendente e, pochi metri dopo, un residente, il titolare di un frantoio, era riuscito a rallentare la sua corsa, tagliandogli la strada con la sua auto.

Un altro residente, commerciante, lo aveva immobilizzato ma era stato ferito al torace e al braccio. Per lui il trasporto in ospedale, per fortuna non aveva riportato gravi ferite. Il 40enne era stato tratto in arresto dai carabinieri della locale stazione, 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina banca e accoltella residente, pena di 4 anni

LatinaToday è in caricamento