rotate-mobile
Cronaca Formia

Rapina alla gelateria Lavezzi di Formia, fermato Giovanni Morlando

Il giovane ritenuto il responsabile del colpo all’attività messo a segno la sera di lunedì e che ha fruttato circa 2mila euro. Ricercato il complice. Il 28enne noto alle cronache; un anno fa assolto per l’omicidio Franchini

Fermato il presunto responsabile della rapina alla Gelatria Lavezzi di Formia messa a segno nella serata di lunedì. A finire di nuovo nei guai Giovanni Morlando, il giovane di 28 anni già noto alle cronache perchè coinvolto nell’omicidio del ballerino di Scauri Igor Franchini: dopo la condanna di primo grado lo scorso anno è stato assolto in via definitiva.

I FATTI - Il colpo nella serata di lunedì che ha fruttato ai due rapinatori circa 2mila euro. Secondo quanto ricostruito dagli uomini del commissariato interventi nell’immediato, anche attraverso le testimonianze, un giovane, armato di coltello e con il volto travisato da un casco, intorno alla mezzanotte ha fatto irruzione nell’attività e, dopo aver minacciato i presenti si è fatto consegnare il denaro prima di fuggire a bordo di un motorino Sh grigio insieme ad un complice.

LE INDAGINI - Un contributo rilevante alle indagini, che hanno permesso di risalire al 28enne formiano, le immagini delle telecamere che hanno immortalato un uomo con jeans e una felpa particolare con il cappuccio e un andamento claudicante in azione all'interno della gelateria. Elementi che hanno fatto ipotizzare agli inquirenti che potesse trattarsi proprio del giovane noto alle cronache e alle forze dell’ordine.

IL FERMO - Dopo un’attività di rintraccio, Giovanni Morlando è stata fermato a bordo di un motorino corrispondente a quello usato per la rapina e bloccato dagli agenti dopo un tentativo di fuga. Durante la successiva perquisizione è stato poi rinvenuto materiale utile per la comparazione con gli elementi forniti dal video, in particolare gli abiti indossati da quello che viene ritenuto l’autore del colpo. Al termine di tutti i riscontri, il 28enne è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e trasferito presso il carcere di Cassino.

ATTIMI DI PANICO - Mentre veniva accompagnato in carcere, poi, il giovane ha dato in escandescenza colpendo con i piedi l’abitacolo di sicurezza dell’autovettura di servizio, riuscendo a divellere il vetro dello sportello posteriore. Immobilizzato di nuoco, grazie anche all’intervento di altro personale inviato sul posto, il ragazzo è stato fatto salire su altra auto di servizio che lo ha condotto a Cassino, con un ulteriore capo di imputazione, quello di resistenza e danneggiamento aggravato. 

IL COMPLICE - Intanto proseguono senza sosta le indagini da parte della polizia, volte ad individuare il complice del rapinatore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alla gelateria Lavezzi di Formia, fermato Giovanni Morlando

LatinaToday è in caricamento