Cronaca

Rapinatore seriale di Rolex: il 40enne colombiano accusato di un altro colpo

La rapina ai danni di una donna nel dicembre scorso; l’ordinanza di custodia cautelare gli è stata notificata in carcere dove è detenuto: a maggio era stato arrestato per una serie di rapine di Rolex messe a segno ai danni di professionisti

E’ accusato di un altro colpo il 40enne di origini colombiane, Reina Gonzalez, che nel maggio scorso era stato arrestato dai carabinieri di Latina per una serie di rapine di Rolex messe a segno ai danni di professionisti del capoluogo pontino. Nel pomeriggio di ieri, i militari del Norm hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina aggravata emessa nei suoi confronti dal Gip del Tribunale di Latina

Lo scorso 29 maggio, il 40enne era finito in manette perché ritenuto l’autore di numerose rapine in danno di professionisti; a giugno, poi, al termine delle indagini per una rapina messa a segno a Latina tra il 6 e il 7 dicembre 2017 ai danni di una donna era stato denunciato dai carabinieri. In quella circostanza, il rapinatore, dopo essersi introdotto fulmineamente all’interno dell’auto mentre la donna era seduta al lato guida, sotto la minaccia di una pistola e informandola anche di avere un coltello, si era fatto consegnare un orologio Cartier, diversi gioielli e soldi in contanti per un valore complessivo di circa 25mila euro.

L’analisi del modus operandi emerso dalla denuncia che la donna aveva sporto ha fatto concentrare l’attenzione sul 40enne, a carico del quale, riconosciuto anche dalla vittima, sono stati raccolti anche oggettivi elementi indiziari di colpevolezza.

Nel pomeriggio di ieri i carabinieri hanno notificato il provvedimento all’indagato presso il carcere di Latina, dove attualmente è detenuto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatore seriale di Rolex: il 40enne colombiano accusato di un altro colpo

LatinaToday è in caricamento