rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Poste, consegne ancora in ritardo. Porcari: “Intervenga il Comune”

Proseguono i disservizi a discapito dei cittadini che spesso vedono arrivare le bollette già scadute. Il Pd: "Amministrazione intervenga per ripristinare un servizio corretto e adeguato"

Continuano i disservizi nella consegna della posta. Problemi che da mesi affliggono la popolazione di Latina con bollette che arrivano in ritardo, a volte già scadute e su cui, quindi, bisogna pagare la mora o, in casi estremi, quando il servizio è già stato staccato.

Su questa che è un efficienza gravissima e che va a scapito dei cittadini, il Pd chiederà un Ordine del Giorno nel prossimo consiglio comunale.

“Il recapito postale nel Comune di Latina è un serio problema per tutti i cittadini, che è diventato, se possibile, ancora più sentito in questi giorni per i ritardi nella consegna delle bollette per i rifiuti” lamenta il consigliere comunale del Partito Democratico Fabrizio Porcari.

I problemi sono diversi; “da fine novembre 2010 il servizio di recapito è passato agli attuali 5 giorni settimanali, in luogo degli “storici” 6 giorni, come previsto dall'accordo siglato tra Poste Italiane e le federazioni di categoria di Cgil, Cisl e Uil. Alla diminuzione dei giorni di consegna, che ha portato un incremento dei volumi quotidiani di posta da consegnare, va aggiunta la contestuale diminuzione dei portalettere con il conseguente e necessario ampliamento delle zone di recapito assegnate a ciascun lavoratore. I maggiori problemi sono legati alla mancata assegnazione di varie zone di recapito, unitamente alla sostituzione degli assenti dal servizio, in particolare nei casi di assenze lunghe e perciò ampiamente gestibili con adeguata pianificazione.

"Il protrarsi ne tempo di tale situazione, che da eccezionale è diventata normale, incide negativamente sulla efficienza del servizio offerto”. Con questo punto il Pd chiede al sindaco Di Giorgi di intervenire presso Poste Italiane per sollecitare l’azienda a porre in essere tutti i provvedimenti atti a ripristinare un corretto e adeguato servizio di recapito, come quelli concordati con le organizzazioni sindacali, al fine di garantire ai cittadini un diritto che rischia di essere loro negato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste, consegne ancora in ritardo. Porcari: “Intervenga il Comune”

LatinaToday è in caricamento