Sanità, nel 2019 partito il reclutamento di 1.500 unità di personale

Di queste, 613 unità derivano dalla mobilità nazionale. Lo spiega l'assessore regionale Alessio D'Amato

Dal 1° gennaio la Regione Lazio ha avviato le procedure per reclutare 1.500 unità di personale per il sistema sanitario. Di queste, 613 unità derivano dalla mobilità nazionale. Si tratta cioè di medici e infermieri che, a causa del blocco del turn over, erano andati in altre regioni e ora potranno tornare nel Lazio. Nello specifico 118 medici, 29 tecnici e 466 del comparto. 

Ne ha parlato oggi l'assessore regionale alla Sanità e all'Integrazione socio sanitaria Alessio D'Amato, nel corso di un convegno promosso da Articolo Uno dal titolo "Sanità universale: sostenibilità del sistema sanitario pubblico". 

“Stiamo mettendo in campo uno sforzo straordinario – ha concluso D’Amato nel suo intervento - per garantire e implementare l’assistenza sanitaria del territorio. Nel Lazio stiamo aprendo una grande stagione che sarà caratterizzata da concorsi, stabilizzazioni e grandi investimenti infrastrutturali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento