Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Sequestro a scopo di estorsione, nuovo ordine di arresto per 3 giovani

I tre ragazzi erano finiti in manette il 13 aprile; accusati ora anche del reato di sequestro di persona a scopo di estorsione. Ordinanza richiesta dalla Direzione Distrettuale Antimafia

Erano finiti in manette lo scorso 13 aprile perché ritenuti i responsabili del sequestro di persona compiuto ai danni di un giovane di 20 anni colpevole di non aver estinto un debito di droga che aveva con loro.

In quella data erano stati tre i giovanissimi finiti in carcere, un 20enne e un 22enne di Sermoneta e un 21enne di Norma. Secondo quanto accertato dagli uomini della squadra mobile di Latina i tre avevano prima estorto del denaro ad un coetaneo che aveva contratto con loro un debito di droga, poi lo avevano anche sequestrato, tenendolo segregato per alcuni giorni.

Non contenti, dopo che la loro vittima aveva provveduto a consegnare loro il denaro, avevano continuato a minacciarlo con violenza costringendolo a cedergli altri soldi.

Ed ora a distanza di qualche settimana dall’arresto sono stati raggiunti da una nuova ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Latina su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia presso la Procura di Roma.

Oltre ai reati di estorsione aggravata, minacce, lesioni, nonché spaccio di sostanze stupefacenti, nei confronti dei tre giovani è stato "ravvisato anche il delitto di sequestro di persona a scopo di estorsione, per il quale è competente la suddetta Direzione Distrettuale Antimafia che ha concordato con le risultanze investigative prospettate dagli investigatori della polizia di stato" si legge in una nota della Questura.

Il 21eenne e il 22 rimangono quindi in carcere mentre il più giovane è stato posto agli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro a scopo di estorsione, nuovo ordine di arresto per 3 giovani

LatinaToday è in caricamento