Arriva “Sos Donna”, lo sportello antiviolenza della Cisl a Latina

Lo sportello di ascolto, di orientamento e di supporto psicologico per le donne in difficoltà nei casi di violenza sarà aperto due giorni a settimana e sarà gestito da una psicologa e psicoterapeuta

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Parte da giovedì 6 novembre presso la sede Fnp Cisl di Latina in Via Cairoli,10 uno sportello di ascolto, di orientamento e di supporto psicologico per le donne in difficoltà nei casi di violenza.

Aprirà 2 giorni la settimana, il lunedi dalle 11 alle 12 e il giovedi dalle 15 alle 16 ,e sarà gestito da una psicologa e psicoterapeuta che prenderà in carico le possibili utenti di tale servizio. Il progetto della Fnp, del coordinamento donne e dell’Anteas, prevede l’accoglienza, l’informazione sul fenomeno e il sostegno morale e psicologico alle donne maltrattate.

Sarà privilegiato il metodo dell’ascolto e del dialogo per affrontare i disagi e le sofferenze psicologiche di questi soggetti per aiutarli e realizzare un eventuale percorso di uscita dalla situazione di violenza  con il supporto delle istituzioni e degli associazioni locali.

L’azione della Cisl se pur minima vuole aprire una riflessione sul drammatico tema ma soprattutto sensibilizzare a non tollerare più ogni forma di violenza, è un tentativo doveroso verso le donne del nostro territorio per una prima risposta alle domande di aiuto delle tante donne che giornalmente  subiscono violenze ma che faticano a denunciare l’accaduto.

Nel convegno di presentazione dello sportello che si è tenuto il 16 ottobre presso l’Isis Galilei-Sani di Latina hanno partecipato circa 200 persone tra cui 30 alunni delle classi seconde dell'Istituto che hanno interagito con i presenti. Per le Istituzioni erano presenti: l'Assessore alle Politiche Sociali di Latina Mastrogiacomo, Carla Marchionne per il comune di di Sabaudia, Fabio Bagni per il comune di Priverno, Roberta Tintari per il comune di Terracina e Cinzia Iacueo per il comune di Itri.

Molti i temi emersi nella giornata degni di riflessione: dalla vergogna all'impotenza di aiutare chi subisce violenza , dal silenzio al senso di colpa delle donne vittime ma soprattutto il rischio di non voler “vedere”.

L’auspicio è che la Cisl possa contribuire attraverso la collaborazione e il raccordo sul territorio a cercare in prima battuta di far emergere il problema con tutta la sua negatività e poi ad arginare questo fenomeno dando un aiuto concreto a tutte le vittime della violenza.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento