Cronaca

Spari ai migranti con pistola ad aria compressa: identificati e denunciati tre ragazzi di 23 anni

Concluse le indagini dei carabinieri. I tre ragazzi di Latina sono accusati di lesioni con finalità di discriminazione razziale

Sono stati identificati e rintracciati i responsabili dell'aggressione ai due richiedenti asilo avvenuta mercoledì scorso a Latina Scalo. Le indagini dei carabinieri della compagnia di Latina hanno portato ad identificare tre giovani di 23 anni, del capoluogo, ora denunciati a piede libero per lesioni con finalità di discriminazione razziale.

I tre, a bordo di un'Alfa Giulietta, intorno alle 19,30 del 10 luglio scorso, stavano percorrendo via della Stazione, a Latina Scalo, quando hanno individuato un gruppo di richiedenti asilo che era in attesa dell'autobus. L'auto ha rallentato e dall'interno sono partiti alcuni colpi da una pistola ad aria compressa che era stata caricata con pallini di gomma. I colpi hanno raggiunto e ferito due migranti di nazionalità nigeriana, di 19 e 26 anni. Entrambi se la sono cavata con alcuni ematomi ma quanto è accaduto li ha terrorrizzati. 

Subito dopo l'episodio alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto un'auto scura che si allontanava. Una foto scattata con il telefonino ha messo poi i carabinieri sulla pista giusta. Nell'immagine non si distingueva bene il numero di targa ma la sagoma della vettura. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari ai migranti con pistola ad aria compressa: identificati e denunciati tre ragazzi di 23 anni

LatinaToday è in caricamento