menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stupro al Circeo, il sindaco: “Spiace essere accostati di nuovo a un caso grave e negativo”

Le parole del primo cittadino Giuseppe Schiboni sul caso dello stupro denunciato da una ragazza di 19 anni romana

"Mi dispiace che San Felice Circeo venga accostata nuovamente a un caso grave e negativo”. Così il sindaco Giuseppe Schiboni all’Adnkronos commentando il caso dello stupro denunciato da una ragazza di 19 anni romana nei confronti di due ragazzi, anche loro della Capitale, e che sarebbe avvenuto, secondo il suo racconto fatto dalla ragazza agli agenti del Commissariato di San Basilio, la notte di Ferragosto su una spiaggia di San Felice Circeo.

Le indagini sono in corso da parte della Procura di Latina che sta cercando di ricostruire il quadro dopo la denuncia della giovane.

“Durante il periodo di Ferragosto noi abbiamo fatto il possibile per garantire la sicurezza e sulle spiagge c'era il divieto di falò - ha detto ancora il primo cittadino -. Riguardo il presunto stupro non so niente di più, mi baso su ciò che leggo sui mezzi di informazione, anche perché è una vicenda molto delicata e c'è il massimo riserbo da parte di chi indaga. So che tutti i ragazzi coinvolti non sono di qui ma di Roma e che la denuncia è stata fatta nella Capitale. Adesso è la Procura di Latina a occuparsene e probabilmente si saprà qualcosa di più nei prossimi giorni” ha poi concluso il sindaco Schiboni.

I due ragazzo al momento sono indagati mentre le indagini vanno avanti nel più stretto riserbo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento